«Alimenta la sfiducia»

CITTA' DEL VATICANO.Sentenze come quella per la strage di Rozzano a giudizio dell'Osservatore romano, «alimentano sfiducia nell'opinione pubblica, che non si sente tutelata. Sappiamo bene che il giudice non ha fatto altro che applicare la legge, ma l'entità della pena, se commisurata all'atrocità del delitto, agli occhi della gente appare decisamente inadeguata». «Non commento mai le sentenze. I commenti li facciano i cittadini», ha detto il ministro della Giustizia, Roberto Castelli a chi chiedeva un parere sulla condanna a 20 anni per Vito Cosco, che a Rozzano, ha ucciso quattro persone tra cui una bambina di poco più di due anni e mezzo.