Telecom, la linea Isdn non funziona da giorni Utente furioso: «Pago 30 euro, dove sono i tecnici?»

VOLTERRA.Continuano le lamentele legate ai disservizi della Telecom degli utenti della Valdicecina. Ecco un esempio. «Probabilmente i dirigenti della Telecom Italia sono molto impegnati nel realizzare campagne pubblicitarie sulle meraviglie delle moderne tecnologie oppure nella fusione con la Tim oppure nell'offrire continuamente nuovi strabilianti servizi e tariffe in cui, devo dire, è sempre più difficile raccapezzarsi - scrive Massimo Gentili, lettore del Tirreno -. Il fatto è che la loro società non fornisce più qui servizi minimi che la beneamata Sip di una volta almeno garantiva».
«Non so se a qualcuno è mai capitato di avere un guasto alla linea telefonica e avere a che fare con il tanto pubblicizzato 187 - continua -. Dopo diversi giorni (e ancora non si vede nessuno) di disperati e inutili tentativi di far arrivare un tecnico che possa riparare il guasto (magari in pochi minuti) a una linea Isdn pagata 30 euro al mese, ho avuto la possibilità di misurare lo scoramento e la delusione (non solo miei) di quegli operatori con cui sono riuscito a entrare in contatto. Eravamo 140.000 e adesso siamo rimasti in 40.000, se conosce qualcuno lo contatti personalmente, io sto qui otto ore a prendere insulti, ha ragione ma non possiamo fare niente. Queste le cose che ti dicono. Non siamo più utenti, siamo clienti. Ma in quanto tali trattati molto male e non possiamo cambiare fornitore, perché le linee quelle che si guastano sono tutte Telecom e quindi passa tutto da loro. Se usi Wind o Tele2 magari non ti rispondono neanche».
E conclude: «Qualche tempo fa una voce alla fine della chiamata chiedeva se eravamo soddisfatti del servizio. Adesso è sparita anche quella. Segno che si sentono così forti che non hanno nessun bisogno di misurarsi con la concorrenza. Il grande Gandhi è stato fortunato. Ha fatto tutto quello che ha fatto senza usare la Telecom, altrimenti non so».