La clownterapia protagonista al Meticcio

PAPPIANA.Ancora Il Meticcio con i suoi "Appunti di viaggio": domani sera il circolo culturale di Pappiana ospiterà Francesco Pisani Bazar, il clown di corsia originario di Lucca che ha riportato il sorriso tra i bambini di Kabul. "Curiamo la persona, non solo la malattia" è il motto di tutti quei professionisti che hanno sposato la causa della risoterapia. Presenti soprattutto negli ospedali da campo delle zone di guerra, i discepoli di Patch Adams si dedicano soprattutto ai più piccoli, affiancando alla terapia tradizionale il benefico potere di una risata. Solo lo scorso febbraio una ventina di dottori vestiti da clown, accompagnati da altri volontari, sono partiti alla volta dell'Afghanistan per visitare gli ospedali costruiti da Emergency, Medici senza frontiere, Croce rossa e Indira Gandhi. Tra questi c'era anche lui, il dottore del sorriso: sotto il cielo di una Kabul semi distrutta dai bombardamenti, i bambini afgani hanno vissuto il periodo di degenza contagiati dal buon umore suo e degli altri medici. In un documentario di Ettore Scola si vede Francesco Pisani Bazar a fianco di un chirurgo intento ad eseguire, senza anestesia, un difficile intervento di ricostruzione cutanea sul corpo di un bambino. Il piccolo riesce a reagire al dolore grazie ai continui stimoli del medico e del clown, entrambi esperti conoscitori di questo sistema di cura. Nei Paesi dove le medicine non ci sono o costano troppo, la "clownterapia" rappresenta una svolta importante, tanto da essere considerata ormai una vera e propria risorsa per gli ospedali. Partorito dall'America, questo nuovo farmaco semplice ed efficace sta raccogliendo consensi in tutto il mondo, persino tra la gente comune. Centinaia di persone, pur non avendo mai frequentato la facoltà di medicina, hanno cominciato a seguire corsi e seminari per accompagnare i medici-clown nella loro attività, arrivando persino ad abbandonare il lavoro.
L'incontro di domani sera è gratuito ed avrà inizio alle 21.
S.F.