"Fluato della solidarietà" a Sarnicola l'oculista dei bambini di Santa Cruz

ROCCASTRADA.Insieme al Grifone d'Oro assegnato dalla Pro loco di Grosseto, c'è un altro riconoscimento che sta affermandosi nel campo dell'associazionismo in provincia di Grosseto. E' il "Flauto della solidarietà", premio istituito nel 2000 dalla onlus Missione San Lorenzo per dare risalto a gesti di singole persone o istituzioni locali per la pace e la solidarietà nel mondo.
Un'apposita giuria assegna ogni anno il riconoscimento consistente in un simbolico flauto di pan delle Ande e un'attestazione di merito con le motivazioni del premio a chi si è distinto, in particolare nei Paesi del Terzo Mondo.
Il premio 2004 è stato assegnato al professor Vincenzo Sarnicola, primario della clinica oftalmologica dell'ospedale di Grosseto con la seguente motivazione: «Per aver messo a disposizione la sua preziosa professionalità a servizio della gente più sofferente durante la sua attività pluriennale presso la Missione San Lorenzo e l'ospedale Selene Maiani di Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia».
Il professor Sarnicola, professionista di prim'ordine, è un veterano della Bolivia. Partì per la prima volta nel 1997 con una missione sanitaria insieme ai colleghi Perrone, Tartaglia, Petruziello, Del Grosso e Frezzotti, realizzando oltre 250 visite e 70 operazioni chirurgiche a glaucoma e cataratta. Nel 1998 il secondo viaggio di lavoro, con la stessa equipe e con il dottor Del Monte; nella circostanza furono svolte un migliaio di visite, 147 operazioni chiururgiche e un corso di perfezionamento professionale in oftalmologia ai medici boliviani.
Nel 2004 è partito per la terza missione sanitaria e con altri colleghi ha ridato la vista a decine di boliviani effettuando, tra l'altro, 5 trapianti di cornee provenienti da donatori italiani e offerti dalle Banche degli Occhi di Lucca e del Veneto, con la supervisione del Centro Nazionale Trapianti di Roma, evento che ha avuto grande visibilità anche sulle televisioni nazionali boliviane.
La storia del Flauto della Solidarietà ha visto premiati nel 2001 il vescovo Giacomo Babini, che fece decollare la missione voluta dal Cardinale Scola, nel 2002 il dottor Mario Maiani di Caldana finanziatore di un ospedale pediatrico costruito a Santa Cruz, nel 2003 il missionario don Claudio Piccinini per i risultati umanitari raggiunti, e adesso il professor Sarnicola per la sua opera, dove alla generosità si è aggiunto il contributo scientifico.
Il medico, proprio in questi giorni, ha confermato che nel 2005 partirà per la sua quarta missione sanitaria in Bolivia.
La cerimonia della consegna del premio che esalta l'impegno nel terzo settore a Grosseto è fissata per l'8 dicembre prossimo, nella sala-congressi di Gorarella a grosseto, alle ore 17, nel contesto del meeting della solidarietà organizzato ogni anno dalla Missione San Lorenzo.