Sul filo di lana arrivano Vannucchi e Vanigli

EMPOLI.In due giorni, gli ultimi due di mercato, l'Empoli ha rivoluzionato la squadra. Dopo le cessioni di Belleri e Cribari in comproprietà all'Udinese - avvenute lunedì - i dirigenti hanno chiuso anche per il passaggio di Antonio Di Natale alle corte di Luciano Spalletti. Anche in questo caso - e nonostante il tentativo di inserimento della Fiorentina - l'accordo è stato raggiunto sulla base della comproprietà. Nell'ambito di questo affare, poi, l'Empoli ha ricevuto 4 milioni di euro (complessivi), la comproprietà del centrocampista argentino Almiron (l'anno scorso a Verona) e il prestito dell'attaccante sudraficano Nomvethe (l'anno scorso alla Salernitana). Deciso, poi, il passaggio di Vincenzo Grella a titolo definitivo al Parma per circa 3 milioni e il prestito dell'attaccante sloveno Zlatko Dedic (classe 1984). A titolo definitivo arriva il nuovo leader della difesa: Richard Vanigli del Livorno, che ha firmato un biennale. Poi, dopo la cessione di D'Aniello a titolo definitivo al Chieti, il colpo più pregiato: dal Palermo torna Ighli Vannucchi, stavolta in comproprietà per 450mila euro (triennale per lui). Infine l'ultima cessione eccellente: Rocchi va alla Lazio, in comproprietà, per 1,5 milioni. Per sostiuirlo si sta pensando a Gianluca Savoldi.
David Biuzzi