Mezzi assessori pagati per intero

LUCCA.Si sprecano i commenti sulla verifica di giunta.
L'architetto Roberto Mannocci, presidente di Italia Nostra, chiede «A cosa servono (per la città) sette assessori cui non è data materia di cui occuparsi? Cosa potranno fare questi sette assessori da qui a settembre? Scalderanno le poltrone nelle stanze comunali? E di quali stanze? Non potranno dare direttive agli uffici, curare e guidare la risoluzione di specifici temi. Conteranno ben poco e potranno fare solo da consiglieri al sindaco o, in sua assenza, al vice-sindaco, gli unici cui cittadini ed uffici possono fare effettivo riferimento. Nel frattempo questi mezzi-assessori continueranno a percepire l'intera indennità prevista per la loro carica o ne è già previsto un ridimensionamento?».
Il segretario dei socialisti democratici, Antonio Da Prato, invita le opposizioni a chiedere le dimissioni del sindaco perché la città possa tornare presto alle urne. Antonio Bertini, del coordinamento provinciale della Margherita, spara a zeri su Fazzi e il centrodestra perché incentrano la verifica sulle poltrone e non sui problemi veri della città.