Si parla di minimal tv

CARRARA.Una minimal tv, lontana dalla ribalte commerciali, ma in grado di sfruttare i coni d'ombra presenti nelle frequenze dell'etere terrestre: di questa nuova realtà (che sarà attiva dall'inizio del prossimo anno accademico anche all'istituto di Belle Arti di Carrara) si parlerà in una due giorni di convegni e approfondimenti in programma oggi e domani, all'Accademia di Belle Arti cittadina.
Un'iniziativa che fa parte di un progetto più ampio, la rete del linguaggio dell'arte contemporanea "Artinformazione" in cui sono impegnate ben otto Accademie di Belle Arti provenienti dall'Italia e dall'Europa.
Uno degli eventi di questo itinerario dell'arte da Carrara ai castelli della Lunigiana, dove sono in corso installazioni, seminari aperti al pubblico e spettacoli ogni sera, è il convegno sulla telestreet (progetto a cura del docente dell'Accademia carrarese Tommaso Tozzi)
Il primo giorno, ossia oggi, sarà dedicato alle conferenze con un esponente della bolognese Orfeo, la più conosciuta telestreet in Italia, un esponente della Ng vision, il principale catalizzatore di video destinati alle tv di strada e tanti altri ospiti.
Domani spazio ai laboratori con attività e dimostrazioni pratiche.