Sarà Ferdinando Rossi ad allenare l'Aglianese


AGLIANA.Muove i primi passi la nuova Aglianese. Il primo tassello messo a posto è quello dell'allenatore. Sarà Ferdinando Rossi, la scorsa stagione inattivo ma con alle spalle una lunga carriera in parecchie società di C/1 e C/2. Iniziò con l'Ospitaletto nel 1989, poi proseguì con Licata, Baracca Lugo e Turris, fino alle esperienze di Pontedera e Castel di Sangro. Insomma, una buona esperienza che dovrà mettere a frutto per questo suo rientro ad Agliana. Il presidente Alteri resta infatti fermo sulle posizioni che hanno caraterizzato la travagliata estate aglianese.
«Giocheremo - dice il presidente - con una squadra molto giovane. Tutti ragazzi del 1985 e 1986, con l'aggiunta di Maretti e Guerri, che erano già con noi l'anno scorso. Non possiamo fare altrimenti. Dobbiamo rispettare il bilancio perchè società come la nostra non possono permettersi grossi ingaggi. In fondo, noi siamo tra quelle società che non hanno avuto problemi ad iscriversi».
Insomma, la continuità è assicurata. In organico l'Aglianese ha anche Saccani, ma probabilmente cercherà di venderlo, come è già accaduto con Fogacci, ceduto alla Sangiovannese. Per quanto riguarda gli altri ex aglianesi, Taschini andrà a Quarrata, dove potrebbe essere raggiunto da Andreotti, se non andrà al Ponte del Giglio. Zattini e Chicco, invece, potrebbero finire al Fano, tramite le loro società di appartenenza. Un discorso a parte invece merita Carnesalini che, nonostante abbia ricevuto parecchie offerte, potrebbe finire con mister Allegri alla Spal.
Ma l'Aglianese guarda in casa propria. L'allenatore Ferdinando Rossi, con il quale collaborerà il preparatore dei portieri Carlo Riccitelli, ha già fissato il raduno per lunedì prossimo allo stadio di Agliana. Avrà a disposizione parecchi giovani ed altri ne arriveranno in prova dalla Sangiovannese, dall'Empoli, dal Pisa e da altre società.

Riccardo Agostini