Aprilia, sarà una settimana decisiva

PONTEDERA. È iniziato il conto ala rovescia per l'acquisizione di Aprilia. Ancora incerti i tempi di attesa: secondo Noale (e gli advisor Caretti&Associati si tratta di pazientare ancora per poco («annuncio tra breve», fanno sapere dal Veneto); secondo Pontedera invece si andrà necessariamente alla fine dell'estate. Quella del gruppo della Vespa, però, sembra una tattica per evitare un'attesa spasmodica che alla lunga potrebbe avere anche dei risvolti negativi: piccoli intoppi potrebbero sembrare delle montagne insormontabili. E visto che Immsi è quotata in Borsa...
Sfida a due.Gli advisor si apprestano a fare da arbitri a quella che sarà una sfida a due. Oltre al gruppo della Vespa in corsa c'è anche Ducati. Favoriti i pontederesi, per più di un motivo. Primo: Piaggio deve avere svariati milioni da Aprilia. I veneti hanno smesso di pagare le forniture da un pezzo, tanto che ad aprile dalla Toscana i motori hanno smesso di partire per il Nordest. Secondo: Colaninno gode della fiducia delle banche creditrici che in questo momento hanno in mano il gruppo dello Scarabeo. Terzo: i risultati ottenuti in questi mesi dalla Piaggio con la gestione Immsi. Numeri impensabili fino a un anno fa. Anche Borgo Panigale ha qualche speranza di acquisire il gruppo dello Scarabeo, ma negli ultimi giorni le sue quotazioni sono decisamente in ribasso. Gli istituti di credito sembrano decisamente attratti dal progetto del ragioniere: un gruppo da oltre 1,5 miliardi di euro di ricavi, volumi produttivi sulle seicentomila unità, otto impianti di produzione, oltre 6.000 dipendenti, una gamma completa.
Terzo incomodo?Dalla partita si sono autoesclusi i canadesi di Bombardier, che in passato (inizi anni Duemila) avevano proposto a patron Beggio di entrare nel capitale con la controllata Rotax. Anche un altro concorrente ha alzato bandiera bianca: troppi debiti, la cordata veneta ha rinunciato a rilevare l'azienda di Beggio.
Chiusura estiva.Fissate le date della chiusura estiva dello stabilimento di Pontedera. Vtl e attività di meccanica e montaggio motori Ape andranno in ferie per 4 settimane (da lunedì 2 a venerdì 27 agosto); due ruote, logistica e sperimentale invece faranno 3 settimane di stop (dal 9 al 27 agosto). Si riprende lunedì 30 agosto. L'azienda precisa che per gli enti non collegati alle attività produttive la chiusura estiva è prevista per 4 settimane (dal 2 al 27 agosto). Nel periodo di chiusura saranno presenti soltanto i lavoratori comandati a seguito di esigenze tecnico organizzative.