Martedì la prima prova

ROMA.Si annuncia calda l'estate parlamentare dopo l'arrivo del nuovo ministro dell'Economia. A partire già da martedì, due gli scogli in vista: la delega pensioni in aula, su cui aleggia il ricorso ad un voto di fiducia (il consiglio federale della Lega è convocato per lunedì) e il decreto con la manovra correttiva per il 2004, che comincia il suo cammino in commissione Bilancio. Saranno quelle le prime occasioni per vedere se l'accordo nella maggioranza tiene.