Il fascino delle pin up alla Rassegna del fumetto

PRATO.Il fumetto d'autore torna ad invadere la città. Tra un mese esatto aprirà i battenti la "Rassegna del fumetto e del fantastico", un appuntamento diventato ormai imperdibile per il vasto mondo degli amanti della matita e per chi vuole tentare fortuna seguendo le orme di alcune grandi firme dell'illustrazione italiana. Dal 15 al 30 marzo, le Antiche Stanze di Santa Caterina, il Museo Pecci e il Centro d'arte e cultura New Assioma di Prato saranno i luoghi deputati ad ospitare la kermesse in questa sua ventisettesima edizione. Tutto è in fermento, ma già si riconferma l'abbinamento tra grandi mostre e i due concorsi riservati ai giovani fumettisti ed illustratori. Le Antiche Stanze accoglieranno la rassegna "Sorrisi e languori" dedicata alle riproduzioni di "pin up" degli anni Quaranta e Cinquanta pubblicate e spesso censurate, su testate quali Sette, Marc'Aurelio, Grand Hotel. La mostra dedica ampio spazio ai sogni di carta nati dalla fantasiosa abilità di Gino Boccasile, Rino Albertarelli, Walter Molino, Attalo, Gastone Belli, Mameli Barbara, Averardo Ciriello, Kremos e Ferdinando Carcupino. Accanto alla panoramica sulla raffigurazione femminile, sarà possibile apprezzare anche la personale dedicata al giovane e già molto apprezzato illustratore Corrado Mastantuono, autore tra l'altro di varie storie di Topolino per la Disney e di Nick Raider e Magico Vento per la casa editrice Bonelli. Il Museo Pecci ospita una personale dedicata a Ferdinando Carcupino, illustratore di rilievo del panorama italiano che ha potuto vantare collaborazioni importanti con Hugo Pratt, Dino Battaglia e il regista Damiano Damiani. Lo spazio in via dell'Accademia accoglierà le produzioni grafiche dei partecipanti al XXIV Premio "Pierlambicchi" per giovani autori di fumetti e la nona edizione del premio "Giovani illustratori".
Martina Altigeri