Dalla principessa Sissi a Garibaldi Ecco la Storia animata di Superquark

ROMA.Garibaldi, ma anche Sissi, Luigi XVI, Mozart e Mata Hari. Piero Angela si dà alla storia e abbandona la scienza per sei puntate di «Speciale Superquark», in onda dal 9 dicembre il martedì su Raiuno.
«Sono puntate monografiche - spiega Angela - con una formula nuova rispetto ai programmi divulgativi. Si parte da un personaggio per raccontare la sua storia, il suo ambiente, utilizzando vari linguaggi e tecnologie. Ci saranno rivisitazioni storiche, set virtuali, antichi sceneggiati tv e spezzoni di film, il tutto con grande rigore storico, ma senza la pesantezza di certe ricostruzioni. Insomma, come sempre ho fatto per la scienza o l'economia, cerco di realizzare programmi che io stesso vorrei trovare in televisione da spettatore».
Su Garibaldi, le puntate saranno due e consecutive il 9 e 10 dicembre, che andranno in onda sempre in prima serata su Raiuno. E siccome è l'eroe dei due mondi, ciascuna puntata sarà su uno dei due: si parte con il Garibaldi per noi meno conosciuto, quello in azione in Sudamerica e si finisce con le imprese italiane, a cominciare da quella dei Mille.
Il set, di queste come delle altre puntate, è eccezionale: il castello Odescalchi di Bracciano, vicino Roma. Dentro i saloni, nelle stanze e nei camminamenti, si muoverà Angela e affreschi e pareti faranno da sfondo alle ricostruzioni.
Si proseguirà poi con la Rivoluzione Francese, raccontando l'ultimo giorno di Luigi XVI e andando oltre fino alla ghigliottina per gli stessi rivoluzionari, come Danton. In prossimità di Natale sarà poi proposto un viaggio nel mondo di un personaggio particolarmente caro alle bambine, Sissi, la principessa d'Austria. Anche qui con ambienti e atmsofere perfettamente ricostruiti. Piero Angela promette di raccontarne la vera storia, andando al di là dell'iconografia proposta dai film con Romy Schneider. Poi la biografia, e non solo musicale, di Mozart e infine come ultima puntata - «Il caso Mata Hari» - in occasione dell'apertura del dossier a Parigi. E qui Angela confessa un'antica passione: «So tutto della storia di Mata Hari. Quaranta anni fa a Parigi feci una lunga inchiesta sulla celebre spia dalla vita avventurosa, intervistando molte persone che l'avevano conosciuta e che ora non ci sono più. Da quel giorno sono diventato un esperto...».