L'Argentario prega per Madre Teresa

PORTO S. STEFANO.Non tutti i paesi hanno una beata che sta per salire agli onori degli altari. Questo rarissimo privilegio è toccato a Monte Argentario, che in un giorno indimenticabile della sua storia ha conferito la cittadinanza onoraria a Madre Teresa di Calcutta. Era il 18 maggio del 1988 quando sul lungomare dei Navigatori di Porto S. Stefano si stagliò la figura materialmente piccolissima ma dall'immenso carisma di Madre Teresa. L'allora sindaco Hubert Corsi le conferì la cittadinanza onoraria, interpretando il sentimento dell'intera popolazione che si appresta ora a vivere con una partecipazione speciale il prossimo 25 ottobre, giornata di ringraziamento e ricordo per la beatificazione di Madre Teresa di Calcutta, le cui celebrazioni avranno luogo a Firenze.
Intanto, questa sera alle ore 21 nella chiesa dell'Immacolata ci sarà la veglia missionaria del gruppo santostefanese di «Padre Berto» che in oltre venti anni di attività ha ottenuto risultati straordinari, costruendo ospedali nei Paesi più poveri del mondo e stringendo gemellaggi in nome dell'amore e della solidarietà che vedono spesso altri missionari giungere all'Argentario, accolti sempre con grande calore. E nell'ambito di questa veglia, uno spazio speciale, sarà riservato alla suora di origini albanesi con la proiezione di un video incentrato sulla sua opera. Eccezionali foto sulla visita di Madre Teresa all'Argentario si trovano invece nella chiesa di Santo Stefano Protomartire, a testimonianza di un legame che più passa il tempo e più si rafforza.
Quindi il clou di questo ottobre missionario che vive in particolare del ricordo di questa che in fondo è stata la «missionaria per eccellenza» dei tempi moderni, si avrà sabato 25 ottobre con la cerimonia di Firenze nella parrocchia di San Leone Magno. Un'intera giornata nel nome di Madre Teresa che sarà animata dal cardinale Piovanelli e dalla giornalista Franca Zambonini e che vedrà la presenza di tanti cittadini dell'Argentario che partiranno alla volta del capoluogo toscano assieme ad alcuni amministratori comunali con il gonfalone. A tale proposito, le iscrizioni per il pullman si ricevono in sala parrocchiale il mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle 18,30. (p.t.)