Le mani di Rosati sulla Pistoiese


PISTOIA. L'incontro tra l'azionista di maggioranza Luciano Bozzi e l'ex direttore sportivo arancione Gianni Rosati ieri c'è stato. Rosati è arrivato a Pistoia nel tardo pomeriggio e ha cenato con il numero uno della Pistoiese. Cosa si sono detti, però, è rimasto top secret.
Il primo ad essere informato sull'esito dell'incontro, e quindi sulla trattativa che è nata fra la famiglia Bozzi e un gruppo di persone interessate ad acquistare la società, sarà il sindaco Renzo Berti. Stamani, infatti, Luciano Bozzi, accompagnato da Rosati, andrà in Comune e a lui illustrerà la trattativa. Negli scorsi giorni il primo cittadino pistoiese aveva reclamato chiarezza nella cessione della società. Stavolta sarà accontentato visto che l'azionista di maggioranza arancione lo investirà del ruolo di garante. In pratica Rosati svelerà i nomi degli acquirenti del club di via Collegigliato e lui dovrà garantire che tutto vada avanti con chiarezza. Possibile una fumata bianca? In questo momento gli interessati non si sbilanciano. «Vedremo nei prossimi giorni», l'unico commento sfuggito ieri dopo cena a Bozzi.
E Rosati? Il suo telefonino è rimasto tutto il giorno spento, a testimonianza che l'ex direttore sportivo della Pistoiese non ha voglia né di parlare né di rivelare l'identità delle persone che stanno per acquistare la Pistoiese.
E Fagni? Non filtra niente neppure da questo lato. Il proprietario della Fabo ha negato la ripresa di una trattativa, ma la mossa è stata studiata a tavolino per evitare frizioni con l'attuale proprietà della Pistoiese. In realtà i commercialisti delle due parti stanno lavorando da qualche giorno, anche se l'accelerazione data dall'arrivo in città di Rosati alla trattativa con questa nuova cordata ancora misteriosa potrebbe per Fagni complicare tutto.
Novità, inoltre, arrivano dal calcio mercato. La Pistoiese ha trasferito gratuitamente all'Acireale il portiere Ciro Polito. Sarà lui il successore di Pavarini, nelle scorse settimane trasferitosi al Livorno.

Andrea Ramazzotti