Lucarelli è sempre più vicino

LIVORNO. Luca Vigiani, 27 anni, centrocampista della Pistoiese è del Livorno. Si tratta del secondo acquisto dopo quello del portiere Nicola Pavarini. Oltre al rientro di Gennarino Ruotolo. L'affare è stato concluso ieri a Milano. Vigiani era stato caldeggiato da Walter Mazzarri che lo ritiene un elemento di ottimo spessore nella zona centrale. Non è da escludere che possa avere pure Antonini, un altro centrocampista. Ma il colpo in canna è quello di Cristiano Lucarelli. Siamo vicini alla svolta che tutti si augurano positiva.
Il presidente Spinelli ha dato il via all'operazione che presenta sempre degli ostacoli dopo che alcuni sono stati tolti attraverso delle limature non indifferenti. C'è stato un summit. Presenti Romero, Cravero, Zaccarelli, Bini, Signorelli. Naturalmente i due procuratori. Il Torino ha messo sul tavolo le sue proposte che partono dal prestito gratuito con una valutazione da concordare al termine del campionato, la parte finanziaria sicuramente complicata ma che potrebbe trovare una via d'uscita vista la buona volontà affiorata in questo vertice. Spinelli appare motivato a raggiungere una intesa nel giro di pochi giorni per non perdere altro tempo dal momento che vorrebbe dare inizio alla campagna abbonamenti. Una nuova offerta sotto l'aspetto economico dopo quella dei 250.000 euro effettuate in due tempi. Il Torino vuole alleggerire il proprio bilancio attraverso le partenze di Lucarelli, Ferrante, Galante. Quella del centravanti sarebbe la prima e il Livorno è in pole position.
Limatura di Lucarelli.Il motivo è semplice. Il Torino è condizionato dal fatto che Cristiano Lucarelli farà lo sconto al suo ingaggio soltanto se verrà a Livorno. La società granata, a questo punto, ha tutto l'interesse di trovare una soluzione se non vuole tenere un giocatore demotivato e pagandogli l'intero stipendio. Un altro taglio da parte del toro è scontato. Un altro aumento da parte del Livorno lo è altrettanto. E Lucarelli è pronto a fare una ulteriore decurtazioni economico. Lo abbiamo rintracciato in Messico dove sta per concludere la luna di miele. «Ho acceso il cellulare dopo averlo tenuto spento fin dal giorno della mia partenza. Ero d'accordo con i miei procuratori che avrebbero portato avanti la trattativa. Al mio ritorno previsto martedì prossimo avrei preso la decisione finale». Lucarelli ha fatto questa battuta: «Ho rinunciato ancora a qualcosa, Diciamo che pago per giocare nel Livorno. Ma sono contento di farlo». Fra il serio e il faceto, il bomber livornese sta cercando di vedere coronato il suo sogno. Almeno per una stagione. Questo è il nocciolo della trattativa. Cristiano Lucarelli riprenderebbe il suo ingaggio legato pure a un rendimento capace di rilanciarlo nella sua quotazione e garantendo una certa dote di reti. E' sottinteso che i suoi procuratori non vedrebbero di buon occhio la soluzione-Livorno. Ma la ferma volontà del loro assistito è a prova di bomba. Alla fine anche loro dovranno rassegnarsi. Cristiano Lucarelli è stato in fondo un vitello d'oro.