Cominciata la beatificazione di padre Damiano da Bozzano

BOZZANO.Il processo di beatificazione e di canonizzazione di padre Damiano da Bozzano è iniziato ufficialmente il 31 maggio scorso, ad appena sei anni dalla sua morte, nella diocesi di Olinda - recife, in Brasile, a cui appartengono il convento e la chiesa dedicata a Nostra Signora delle Grazie dove il missionario ha lavorato e dove la sua salma è stata tumulata il 4 giugno 1997. La notizia è stata accolta con viva soddisfazione in Brasile, dove Padre Damiano è venerato come santo e la sua tomba è méta costante di pellegrinaggi, e a Bozzano, suo paese natale, ove nacque il 5 novembre 1898 e ove risiedono ancora suoi parenti.
Proprio Bozzano ha ricordato questo suo grande figlio durante tutte le celebrazioni delle messe festive con la presenza del cappuccino Padre Gianfranco. E' stato presentato fra l'altro un suo libro su Padre Damiano nel quale si tratteggia la figura del cappuccino di Bozzano in parallelo con quella di San Paolo di Pietralcina per dire che la devozione che l'Italia ha sempre avuto per Padre Pio è molto simile a quella che il Brasile ha avuto quando era in vita e sta tributando a Padre Damiano dopo la sua morte.
Basti ricordare cosa accadde sei anni fa quando Padre Damiano si spense dopo aver dedicato oltre 60 anni della sua esistenza quasi centenaria alla vita di missione nelle terre più povere del Brasile. Il presidente indisse tre giorni di lutto il tutto il paese, la salma fu esposta per tre giorni nella basilica di Nostra Signora della Pegna e fu visitata da un ininterrotto pellegrinaggio di fedeli, i solenni funerali furono celebrati, oltre che nella basilica, nello stadio di Arruda, davanti a una grande folla piangente, a dodici vescovi e 138 sacerdoti.