Serafini all'Arezzo a titolo definitivo


ANCONA. Un'altra partenza dopo quella di Charly Ferretti al Poggibonsi. È stato raggiunto l'accordo con l'Arezzo con per la cessione, a titolo definitivo, di Matteo Serafini(nella foto) , 22 anni, centrocampista. La trattativa era stata avviata dal direttore sportivo Roberto Tancredi qualche giorno fa, insieme al procuratore del giocatore, Berti, e con i dirigenti della società aretina. Il presidente Mancini aveva voluto prendere un po' di tempo prima di passare alla ratifica aspettando la gara con la Pro Patria che si era conclusa con un deludente pareggio. La necessità di avere un altro rinforzo si è resa indispensabile, così l'affare è entrato nel vivo con l'intesa fra le due parti. Matteo Serafini si è recato ieri ad Arezzo per mettere nero su bianco con piena soddisfazione fra le due parti.
Tancredi ha detto in merito: «Sono contento per Serafini che potrà avere la possibilità di giocare in serie C1 e potrà far valere le sue qualità. Nel Livorno era chiuso ed è giusto che la società lo abbia favorito in questa operazione». La terza partenza è legata alle condizioni fisiche di Alessandro Tulli. Dopo l'infortunio subito alla spalla sinistra nella gara di sabato scorso con la Primavera contro la Ternana i tempi di una guarigione definitiva sembrano allungarsi tanto che non è neppure da escludere un intervento chirurgico. Il Livorno ha fissato un appuntamento con la Roma per discutere di questa situazione e vedere di trovare una soluzione che sia conveniente ad entrambi. Tulli aveva subito un primo infortunio nel match di Genova con la Sampdoria. Adesso questo nuovo ko con la sublussazione della spalla, i tempi di recupero che si allungano notevolmente. Tancredi si vedrà con Baldini, direttore sportivo della Roma, e cercherà di arrivare ad una definizione. Tulli potrebbe essere restituito alla società giallorossa. Se questo sarà fatto, è logico che il Livorno cerchi altrove un altro attaccante giovane con determinate caratteristiche, quelle dello sfondatore, di prima punta. Anche per quanto riguarda Michele Gelsi è probabile che vi sia uno sbocco, nel senso che, se il giocatore dovesse avere qualche richiesta da parte di società di un certo affidamento, potrebbe accettare il trasferimento. La Lucchese comunque si è fatta avanti e Gelsi si è detto interessato.

Gianni Massone