Musa mette le mani sul Ford Open Strappato lo scettro a Montenet nella finalissima sul centrale dell'Atp


PIOMBINO. E' Daniele Musa il trionfatore del secondo Ford Open Piombino. Dopo un'ora e mezzo di gioco il romano ha avuto la meglio sul campione uscente Giuseppe Montenet (6-4 6-1), che non è riuscito a ripetere la prova del 2001 e ha dovuto a cedere il suo scettro. Per la testa di serie numero uno del tabellone tutto è stato fin troppo facile: un break nel primo set che frutta un 6-4 e la convinzione di tenere in mano l'avversario. Il piacentino Montenet, bloccato da un infortunio alla caviglia dopo pochi minuti di gioco, ha risentito per tutto l'incontro di questo problema che lo ha rallentato nei movimenti. L'intervento del fisioterapista Pierpaolo Rosalba ha permesso al giocatore di concludere la gara, ma non di trovare quella sicurezza che sarebbe servita per contrastare un avversario solido come Musa. Nel secondo set Montenet è riuscito a tenere il servizio solo nel penultimo gioco, con Musa che ne approfittava per mettere le mani sull'Open Piombino (6-1). Di fronte a un grande pubblico il romano ha così ricevuto la sua giusta dose di applausi dopo aver recitato un ruolo da assoluto protagonista per tutta la settimana del torneo. Musa ha infatti lasciato ai suoi avversari un solo set, nella nervosa e a tratti spettacolare semifinale contro il pratese Riccardo Ciruolo (2-6 6-4 6-2), per il resto il suo gioco concreto ha sempre fatto centro sia con Daniele Centoni (6-4 6-0) che con Fabio Beraldo (6-4 6-3), suoi avversari nei primi due turni. Anche Giuseppe Montenet, testa di serie numero sette del tabellone ha dovuto inchinarsi di fronte al numero ventotto della classifica italiana, anche se il piacentino aveva già realizzato il suo colpaccio in semifinale contro Gatto. Ma anche i nostri tennisti sono riusciti a distinguersi con avversari quotati e di classifica superiore: l'under 16 Matteo Serri ha infatti battuto al primo turno il C3 Emanuele Sardi, mentre il venturinese Marco Bolognesi è addirittura approdato al terzo turno dopo il successo con Mirko Canevaro all'esordio e quello con Ceraudo al secondo. I giovanissimi Alessandro Tognoni, Alessandro Baldini e Lorenzo Gianfaldoni hanno invece ceduto subito al primo turno. Ha fatto molta più strada invece il B8 Marco Pezzali, che ha conquistato gli ottavi di finale dove ha ceduto solo di fronte ad Alessandro Tombolini. Lo spettacolo espresso dagli interpreti del Ford Open Piombino ha comunque richiamato nel circolo dell'Atp un gran numero di appassionati, che per tutta la settimana hanno seguito con attenzione gli incontri dei vari Tombolini, Ciruolo e Pennisi. Ma ad animare il torneo non c'è stato solo il tennis, gli organizzatori avevano infatti creato delle serate speciali che hanno attirato l'attenzione dei piombinesi: «Moda mare» ha fatto il pieno, il balletto di Areadanza e lo spettacolo conclusivi dei «Fusilli al salmone» sono stati apprezzati da tutti. Con l'arrivo dello sponsor Ford, la settimana dedicata al tennis si è ben presto trasformata in un appuntamento con lo sport a tutto tondo. Il Ford Live tour di piazza Bovio ha infatti portato nel centro di Piombino una struttura sportiva con campi di mini tennis, calcio a 5 e basket che hanno lanciato in pista molti ragazzi.

Valerio Riparbelli