Calciomercato. I nerazzurri pensano a «fare la spesa» a Siena: in arrivo Voria e Radice Pisa-Ivan, martedì la decisione Il Crotone prende tempo per Ambrosi: si va all'asta?


PISA. Pisa e Ivan, un passo avanti. Ieri mattina è statofatto un punto della situazione nella sede di piazza Mazzini.Oltre ai direttori Braghin e Meluso, era presente lostesso Andrea Ivan, accompagnato dai suoi procuratoriAscari e Bagnoli. Incontro molto cordiale, con il portiereche ha fatto presente di avere ancora contatti in corsocon squadre di B (si parla di Cosenza e ora anche Siena). Ad ogni modo, i direttori nerazzurrihanno molto apprezzatoil fatto che Ivan tenga ilPisa nella stessa considerazionedi società di B. Ancora perònon c'è l'accordo economico,tanto che le parti si sonoaggiornate a martedì prossimo.E questo è stato preso comeun segnale incoraggiante:anche perchè la speranza è dichiudere positivamente il capitoloportiere quanto prima.Sempre a proposito di numeriuno, Ripa dovrebbe in effettitornare (e rimanere) a Cosenzae giocarsi il posto da titolarecon il giovane Agliardi,in arrivo da Brescia. Ambrosi, nuovo assalto.Sempre all'inizio della prossimasettimana ci sarà un nuovoappuntamento con il procuratoredi Alessandro Ambrosi.I nerazzurri voglionoverificare fino a che puntosia possibile accelerare i tempi,anche se l'ostacolo Crotoneè qualcosa che spaventa. Ilclub di Ambrosi ha tutto l'interessea portare per le lunghele trattative e mettere cosìin concorrenza selvaggiatutte le pretendenti al centravanti.Sul fronte Ganz è tuttofermo e il discorso vale ancheper Ferrari del Modena. I nerazzurririparleranno di Zampagnanon appena il Cosenzasarà disponibile per affrontarela questione relativa a Varricchio.Nel frattempo, i direttorisi sono informati (manon sono andati oltre) su MassimilianoFanesi, attaccantein comproprietà tra Fermanae Treviso. Fanesi, 30 anni, nell'ultimastagione era in prestitoal Pescara: 25 presenze e 9gol. Nei due campionati precedentiera in B: alla Fermana,31 presenze e 9 reti; al Treviso,28 gare e 5 gol. Va avantila trattativa con Gioacchinidella Salernitana. Intrecci senesi. Al Pisanon dispiacerebbe, anzi, completarela propria difesa facendola «spesa» a Siena. Nonc'è solo Voria nel mirino nerazzurro,ma anche Radice.Ecco il progetto, l'ultimo buttatogiù sulla carta nella sededi piazza Mazzini: Voria centralein coppia con Cagnale,Radice sulla fascia sinistra,opposto rispetto a Bonadei.C'è ancora da fare i conti conil Siena, ma questo tentativosarà fatto con decisione. Riguardoa Voria, come scrittoieri, molto dipende dalla confermadel pari ruolo Mandelli,che i bianconeri hanno inprestito dal Torino: i granataavrebbero già dato alcune assicurazioniin questo senso eVoria di sicuro non sarebbecontento di fare la riserva. Eccoil punto debole da sfruttare.Poi c'è il gradimento perRuggero Radice, 31 anni, figliodi mister Gigi. Radice è ilclassico fluidificante, forte fisicamente.E' a Siena da duestagioni, in precedenza ha giocatonella Spal, nel Como, nell'Avellinoe nel Monza, semprein serie C1. Zitolo, che colpo. Il Pisa èvicino ad un annuncio che potrebbesembrare «minore»,ma che invece rappresenterebbeun investimento moltoimportante: l'acquisto dell'interaproprietà di Zitolo. L'ultimocontatto con il Piacenzaha rivelato questa interessanteopportunità, che potrebbeconsentire ai nerazzurri di assicurarsiun capitale destinatoa crescere nel tempo, vistoche Zitolo è considerato unodei giovani emergenti. Le partisono vicine, nei prossimigiorni è atteso l'annuncio.Smentiti contatti per Bonfanti,difensore della Fermana.

Antonio Scuglia e Francesco Loi