Pitigliano, Brozzi vara la giunta e s'insedia Gentili vicesindaco e cinque assessori alla guida del paese


PITIGLIANO. Venerdì 14 giugno alle 16 è in programma il primo consiglio comunale di Pitigliano dopo il voto del 27 maggio. I punti all'ordine del giorno prevedono la convalida degli eletti, il giuramento del sindaco e la nomina dei rappresentanti in seno alla Comunità montana. Il sindaco riconfermato, Augusto Brozzi, ha anche scelto la sua squadra. La nuova giunta sarà dunque così composta: l'ex presidente della Provincia Stefano Gentili ricoprirà la carica di vicesindaco, di assessore alle attività produttive e formazione professionale, e curerà i rapporti con le istituzioni; Giorgio Settimelli sarà assessore allo sport, alle politiche sociali, agli anziani e alla pubblica istruzione; Valfredo Cherubini si occuperà dell'assessorato ai lavori pubblici e alla protezione civile; Romina Macchiesi diventerà assessore alle politiche giovanili, agricoltura e ambiente; Diva Bianchini è stata scelta come assessore alla cultura, turismo e beni culturali; Marco Bianchi ricoprirà l'incarico di assessore all'assetto del territorio e urbanistica; Dino Seccarecci (il candidato più votato con 130 preferenza) sarà il capogruppo della lista Uniti per Pitigliano. Il consiglio comunale dovrà anche indicare nove consiglieri che saranno delegati alla Comunità montana: sei scelti dalla maggioranza e tre indicati dall'opposizione. Tale incarico risulterà particolarmente delicato poiché è allo studio una riforma dello statuto della Comunità montana, per cui sarà molto importante il contributo dei rappresentanti pitiglianesi. Sui designati mancano ancora conferme ufficiali, ma sembra che per ricoprire l'incarico di assessore nell'ente sovracomunale i principali candidati siano Dino Seccarecci e Pietro Ferri. Paolo Mastracca