L'intransigente Alessandro eliminato dal Grande Fratello Commenti taglienti dello studente all'uscita dalla casa: «Vincerà chi si espone meno»


ROMA. «Ma quale confabulatore?Tutta Italia ascoltava quelloche dicevo». Tranquillo nellasua giacca di pelle, con mammaJosette alle spalle che lo difendeindignata per certi articoli digiornale, Alessandro Lukascha ritrovato la sua forma smagliante.Ventisei anni, napoletano,iscritto all'ultimo anno diodontoiatria all'Aquila, «finalmente»è uscito dal «GrandeFratello» di Canale 5. «Avevosottovalutato la durezza del gioco»,dice. «Quella non è vita, èsopravvivenza. E la casa è comeun megafono: amplifica tutto.Non sono snob, ma non sopportoche si beva dalla bottigliao che si entri in bagno senzabussare e così nascevano gliscontri». Un atteggiamento chelo ha portato ad un'alleanzacontro le donne. «Quelle sonoragazze, non donne, prosegue.Sono persone che mi hanno imposto,non le ho scelte comeamiche. Non ho mai cercato unchiarimento, è vero, ma laschiettezza professata in casa èdettata solo dalla paura di ripeteregli errori commessi da Roccol'anno scorso». E secondo luiè per questo atteggiamento intransigenteche il pubblico loha eliminato. Le sue vittorie, però,le ha ottenute ugualmente:dimostrare a tutti e a quel padreche non è mai voluto apparireche anche un serio professionistapuò avere colpi di testasenza perdere credibilità; e il«non attaccarsi al gioco, rimanerese stesso sempre». Non lorifarebbe, ma a sentirlo, sembrache il «Grande Fratello» fossescritto nel suo destino. «Micapitano sempre cose assurde eil "Grande Fratello" è la piùstrana che mi potesse accadere,insieme all'incontrare nella casauna persona come Mascia».Già, la ravennate tutta curvecon la quale ha legato molto,concedendosi appassionati momentidi intimità. «E una donnavera della quale mi fido ciecamente»,dice. «Qualche bacioc'è stato e se hanno pensato chefossi omosessuale perché nonho fatto sesso va bene. Meglioquesta nomea a me, che quelladi "ragazza facile" a lei. E poipreferisco situazioni più comode,nel letto di casa mia». L'amiciziache li lega è «grande», ma,assicura, «al massimo può diventareenorme, nulla di più».Di Filippo Nardi, l'inglese ritiratosidal gioco che ora rinnega agran voce il «Grande Fratello»non vuole parlare. Ora non pensaad una carriera in tv. «Assolverògli obblighi contrattuali,ma non farò mai nulla che nonsia nelle mie corde». Quanto allavittoria, «andrà a chi si esponemeno».

Daniela Giammusso