Il miracolo di «Raffa» si avvera a Pistoia La star in Piazza Duomo riavvicina due coppie di fratelli lontani da anni


PISTOIA. Nessuno se l'aspettava, e anche chi sapeva che sarebbe venuta ha custodito il segreto meglio di una cassaforte. Ma quando quegli inconfondibili capelli biondi - anche se arruffati dal gelido vento siberiano - hanno fatto la loro comparsa in piazza del Duomo, la notizia si è sparsa in un attimo: Raffaella Carrà è a Pistoia. Il motivo, intuibile, è stato chiaro per tutti quando la «Raffa» nazionale, davanti al portone del Battistero in compagnia di un'arzilla nonnetta, ha pronunciato davanti alle telecamere di «Carramba che sorpresa» uno dei suoi famosi annunci, seguito da abbracci e lacrime a profusione: «...non è bastato l'oceano a fermarci. E oggi, dall'Australia, dopo undici anni, suo fratello Salvatore è qui». A dire il vero, le sorprese che ieri mattina hanno avuto come cornice Pistoia sono state due. «Carramba che sorpresa» ha fatto incontrare, dopo tanti anni di separazione, due diverse coppie di fratelli. Come detto, una donna che abita ad Agliana ha rivisto dopo undici anni il fratello emigrato in Australia; un'altra donna, questa volta di Pistoia, ha invece potuto riabbracciare la sorella, anch'ella emigrata in Australia. «La nuova serie di Carramba inizierà il 24 gennaio - ci ha spiegato il regista della trasmissione, Sergio Japino - Non sappiamo quando queste riprese verranno messe in onda. Ancora dobbiamo decidere». Una trasferta pistoiese più che soddisfacente per Raffaella Carrà che, a Pistoia, non aveva mai messo piede. «Questa piazza è meravigliosa - ha detto mentre firmava alcuni autografi davanti alla cattedrale - Nonostante il freddo. Che oggi però penso sia un problema comune a tutte le città d'Italia. Però a riscaldare Pistoia stamattina ci abbiamo pensato noi, con due fantastiche sorprese. Auguri a tutti e arrivederci». (m.d.)