Ok il gruppo ma restano due dubbi


ANCONA. Dopo aver fattododici punti in 8 partite, esattamentela metà di quelli inpalio, si ferma ad Ancona lastriscia positiva di mister PaoloStringara. Si ferma, ma resta lo spiritogiusto all'interno del gruppo.La sconfitta dello stadiodel Conero è figlia di molti erroridell'arbitro e non di un'impostazionesbagliata delgruppo. Il tecnico ha le idee chiaree le difende con forza: anchequesto è un suo pregio. Ma alcuni interrogativi restano.Prima di tutto i gol. Lasquadra non segna e senza lereti è durissima salvarsi. Il tecnico,che è uno al quale il coraggionon manca, potrebbedar più spazio ad alcuni giovaniche sono in organico:Garba e Ferro, quando sonoentrati, hanno sempre fattobene. Sono un patrimonio dellasocietà e potrebbe riservare(piacevoli) sorprese. Il secondo interrogativo èin difesa. Anche se è il repartoche funziona meglio, a volteè pesante l'esclusione diLambertini. Non sarà al topdella forma, ma in tante occasionipotrebbe andare in camposenza costringere un destro(Zini o Carbone) ad andarea sinistra. E senza dover ricorrereall'inserimento diOstopanj, ancora troppo acerboper marcare a uomo i marpionidella B. Il giovane croatoha pesanti responsabilitàsu entrambe le ultime sconfittearancioni.

Guido Fiorini