Debutto stasera in Coppa con il Viareggio: «Ci tireremo fuori da questa situazione» Il Pisa cambia allenatore Lunga notte di consulto: via Carboni, arriva Benedetti


PISA. Alla fine il Pisa ha decisodi cambiare allenatore.Via Carboni, ecco Corrado Benedetti,già tecnico di Casteldi Sangro e Cesena, oltre che,da giocatore, grintoso terzinodei bianconeri romagnoli. E'stata molto lunga la notte tralunedì e martedì. Presidenti edirettori vari del Pisa attornoallo stesso tavolo, a discuterese e come intervenire, con sullosfondo i sempre più complicatirapporti tra la tifoseriaed i vertici della società nerazzurra.Ha prevalso la necessitàdi dare una scossa aduna squadra, ad un gruppo reduceda un mese intero disconfitte, tra rimpianti veri elimiti strutturali. Così, ieri di prima mattinail Pisa ha ufficializzato l'esonerodi Guido Carboni (che siè congedato senza toni polemici)e l'ingaggio di Benedetti.Il nuovo tecnico è stato presentatoalle 14 e dopo un'oraha diretto il suo primo allenamentoal centro Coni di Tirrenia.«Sono convinto che questogruppo possa far bene - hadetto -. Ci sono ancora ventiseigare da giocare, un'enormità.Ci tireremo fuori daquesta situazione». Benedettipunta sulla concretezza.«Questa squadra finora haraccolto poco pur non demeritandodal punto di vista delleprestazioni. Io ogni tanto preferiscogiocare male, ma usciredal campo con qualcosa».Prima mossa, rivitalizzarel'attacco e soprattutto Varricchio,che proprio con Benedetti,nella scorsa stagione alCastel di Sangro, era riuscitoa segnare 12 gol. Stasera all'Arenai nerazzurri giocano inCoppa contro il Viareggio,ma è ancora troppo prestoper poter parlare del primoPisa del nuovo corso. Intanto, sul fronte societario,mentre i tifosi continuanoa raccogliere le firme dapresentare al sindaco controla società, Gerbi e Posarelli sisono visti con il presidentedella Provincia Nunes e lostesso sindaco Fontanelli. Iproprietari del Pisa hanno ribaditola propria disponibilitàa vendere, ma hanno confermatoche finora non è statapresentata alcuna offertaconcreta. La novità è rappresentatadalla decisione di consideraresindaco e presidentedella Provincia come unicisoggetti titolati a verificarequalsiasi dichiarazione di disponibilitàall'acquisto. «Leistituzioni inoltre - si legge inuna nota della Provincia - renderannopubbliche tutte leproposte che perverranno loroin forma scritta».Francesco Loi