Prato scatenato, altri due validi acquisti Presi Claudio Vago e Fabio Secci Diamanti ceduto al Fucecchio


PRATO. Prato scatenato nei movimenti di mercato, che si chiuderà domani. Dopo l'arrivo dell'esperto Lugnan e del giovane Antonini, strappato a diverse società di C/1, la società ha acquistato altri due giocatori. Si tratta di Claudio Vago, ex Viterbese, e di Fabio Secci, cresciuto nelle giovanili del Montevarchi. Vago, nato il 27 luglio 1980 a Carignano in provincia di Torino, era già a un passo dall'indossare la maglia biancazzurra nella passata stagione, poi la trattativa subì un improvviso arresto. A distanza poco più di un anno il Milan, titolare del cartellino del giocatore piemontese, e il Prato hanno raggiunto l'intesa. Vago, legato al sodalizio rossonero da un contratto che scadrà nel giugno del 2003, ha raggiunto nella giornata di ieri l'accordo con Paolo Toccafondi che, non contento, ha rafforzato la rosa ingaggiando anche un quarto attaccante. Vago, che è un difensore, può giocare sia a sinistra che a destra. Nella sua breve carriera ha vestito la maglia dell'Imperia prima e l'anno scorso quella della Viterbese. A Imperia ha giocato nell'allora campionato Interregionale, stagione 1998/1999, e l'anno successivo è approdato coi liguri nei professionisti dove ha realizzato una rete. Nel campionato 1999/2000 dove il Prato arrivò in finale, sconfitto dall'Alessandria, Claudio Vago giocò contro la formazione di Vincenzo Esposito. In quell'occasione, era il 17 ottobre 1999, i biancazzurri si imposero in trasferta vincendo per due a zero (reti di Brunetti e Argentesi). Nell'ultimo campionato invece ha vestito in C/1 la maglia della Viterbese (20 presenze, nessun gol). «Sarebbe importante giocare - afferma Vago - Mi metterò comunque a disposizione del mister». Poi, ammette i contatti avuti fra lui e il Prato, prima di essere ingaggiato dalla Viterbese. «E' vero - conferma Vago - Già l'anno scorso dovevo arrivare a Prato». Il secondo colpo messo a segno dal Prato ha portato i dirigenti biancazzurri a bussare alla porta del Montevarchi dove è cresciuto calcisticamente Fabio Secci. L'attaccante, nato il 28 giugno 1983 a Figline Valdarno, ha debuttato fra i professionisti con la maglia del Montevarchi. Nel campionato 2000/2001 il bomber ha fatto registrare tre presenze, nessuna rete. «Ho accettato di venire a Prato con grande entusiasmo», così Secci. La giornata di ieri è stata segnata anche da una partenza, quella di Alessandro Diamanti, ceduto in prestito al Fucecchio. Il mercato delle altre. La Sangiovannese ha acquistato il centrocampista Antonio Amita, 25 anni, che ha giocato in C/1 con la maglia del Lecco e della Viterbese.

Massimo Pianigiani