Prato, un tempo da grande protagonista Lanieri tre volte vicini al gol, poi il Chievo passa solo dal dischetto


CHIEVOPRATO10CHIEVO: Lupatelli, Foglio, D'Anna,Legrottaglie, Lanna, Manfredini,Zanchetta (1'st Corini), Barone(1'st Perrotta), Franceschini(25'st Kamara), De Cesare,Corradi. All: Del Neri.PRATO: Toccafondi, Isolini, Bonatti(29'st Gardella), Bucchioni,Gutili, Pagliuca, Serrapica (25'stDiamanti), De Gori, Morfeo(14'st Campo), Cellini, Taraldo.All: Esposito.ARBITRO: Rizzoli di Bologna.RETE: 17'st Corini (rig).NOTE: Serata afosa, terreno inbuone condizioni. Spettatori1756 incasso 19.500.000. Ammoniti:Legrottaglie, Morfeo, De Gori. VERONA. Un Prato spigliatoe con belle giocate esce sconfittodi misura dal Bentegodi controil Chievo. Decide un rigoredi Corini al 17' della ripresa dopoun primo tempo in cui ilPrato confeziona almeno tre nitidepalle gol. E' un Chievo diversoda quello visto a Pistoia.Del Neri aveva anticipato checi sarebbero stati degli avvicendamentied in effetti è una verae propria rivoluzione quellaoperata dal tecnico. Di fatto soloLupatelli, D'Anna, Lanna eFranceschini erano nell'undicidel debutto in Coppa Italia, peril resto dentro un altro Chievocon Foglio e Legrottaglie acompletare il quartetto difensivo,Manfredini sulla destracon Franceschini confermatoa sinistra e asse centrale conBarone e Zanchetta. Anche l'attaccomuta con Corradi pernocentrale e De Cesare secondapunta. Inizio gara a dir poco soporifero.Sarà il gran caldo, lamancanza di stimoli ma il Chievorimane negli spogliatoi.Squadra lunga, manovra approssimativa.Logico che in similicondizioni a fare bella figuraè il Prato. Non trascendale,sia chiaro, ma almeno volenterosoe concentrato. E sono, infatti,i pratesi ad avere le opportunitàmigliori. Come al 16'quando il collaboratore del signorRizzoli vede un fuorigiocoalmeno dubbio con Tarallosolo davanti a Lupatelli e comeal 20' quando Morfeo liberaCellini al tiro ma la traiettoriaè deviata opportunamente daD'Anna con Lupatelli battuto.Clamorosa l'occasione allamezz'ora. Cellini, ancora lui,scocca una conclusione apparentementevelleitaria dai trentametri ma a complicarsi la vitaci pensa Lupatelli con unaparata goffa. Palla che, per buonasorte del Chievo, schizzasul palo. Primo tempo che sichiude con un Chievo che provaqualche azione ma senza incidere.Del Neri nella ripresacambia le carte in tavola. DentroCorini e Perrotta per glievanescenti Barone e Zanchetta,nel tentativo di riprenderein mano le redini del giocotroppo spesso in mano a Morfeojunior e compagni. E' unChievo che su angolo conD'Anna costringe la difesa adun affannoso salvataggio e al13' con Corradi sfiora il montantealla destra di Toccafondi.E al 16' una evidente trattenutadi Bonatti sullo stesso Corradiporta Corini al dischetto. Destrosecco e Chievo in vantaggio.Una logica conseguLnza adun atteggiamento, soprattuttomentale, radicalmente cambiato.L'immagine migliore è quelladel 19'. Bel cross teso di Corini,deviazione aerea di un Corradie Toccafondi compie un'autenticaprodezza. E il Chievosfiora ancora il raddoppiosull'asse Corini-Perrotta.