Secondo colpo sul mercato, arriva un difensore nazionale croato Igor Ostopanj, 20 anni ed un gran fisico: «Questo è un trampolino di lancio»


PISTOIA. Biondino, visoda ragazzino (del resto ha 21anni da compiere, essendo natol'11 settembre 1980...), fisicopossente, sorride come chisa di avere una grande occasionedavanti e non sembraper niente intimorito dal doverlasciare il proprio ambiente. Igor Ostopanj, croato di SlavonskiBrod, città nell'internodel paese sul fiume Sava,da ieri mattina ha firmato uncontratto triennale con la Pistoiese.Assistito dal suo procuratore,l'udinese Max Leghissa,ha scelto di lasciare ilmassimo campionato croatoper lanciarsi nell'avventuraitaliana. A soli 20 anni, comunque,ha già una discreta esperienzaalle spalle. Ha iniziato agiocare nell'Osijek, in serie Acroata ed ha giocato anche incoppa Uefa, dove è stato eliminatodal West Ham di Di Canio.Quest'anno è passato alMarsonia Slavonski Brod, lasquadra della sua città, semprein serie A e, giocando moltobene, si è guadagnato unposto da titolare nella nazionaleunder 21 del suo paesecon la quale ha già sei presenze. E, dice chi conosce il calciocroato, è fra coloro che potrannoesser chiamati a ringiovanirela nazionale maggiore.E anche per questo cheha scelto l'Italia. «Giocare in Italia è moltoimportante per noi - ci dice altermine delle visite mediche,effettuate con il dottor EdoardoCantilena -. E il posto miglioredove iniziare la carriera,può essere un vero trampolinodi lancio. Conto di farbene e di guadagnarmi ancheun posto nella nazionale maggioredel mio paese». Ha sceltoPistoia perché vuole unasquadra di buon livello mache, al tempo stesso, gli consentadi avere spazi. «La serieB italiana è un ottimo campionatoed ho visto che la Pistoieseha ben figurato. Possiamofare ancora meglio, sonomolto carico e determinato». Gran fisico, alto e potente,fa dell'aggressività la sua armamigliore. Ne sa qualcosaBizzarri che, durante la partitella,in un contrasto è volatoa terra... «Sono potente e fortedi testa. Gioco dietro, sia inmezzo che a destra, posso anchespingere». Un difetto? Parla solo serbo-croato.Qualche parolad'inglese e di tedesco, nientepiù. «Ma mi sono già messo astudiare l'italiano. Impareròin fretta, noi slavi siamo moltoportati». (g.f.)