Perrone: «Che brividi dopo il gol» L'ala arancione si sta guadagnando la fiducia


PISTOIA. Contro il Cagliari GiuseppePerrone ha segnato un gol da favola,con un gran tiro proprio all'incrociodei pali su splendido assist di Amerini.La veloce ala ex Foggia così ha conquistatodefinitivamente il Comunale e tuttii tifosi arancioni che dopo il suo opacoesordio di Torino lo avevano giudicatotroppo in fretta. Adesso Perrone ècontento matto. Sente di avere attornola fiducia dell'ambiente e del tecnico, laconsapevolezza di poter crescere ancorae soprattutto i mezzi per ripetere provecome quella di domenica contro isardi. E la chiacchierata con il ragazzodi Arbon (Svizzera) parte proprio dallasua grande esecuzione contro gli uominidi Materazzi, una prodezza personaleda applausi. «Non sono mai stato unbomber - dice Perrone -, ma quando segnomi piace... fare le cose per bene. Aparte gli scherzi, spesso realizzo gol difficilie spettacolari, mentre altre voltesbaglio occasioni semplicissime. E' successoa Torino ed a Crotone e spero checiò non si ripeta più. Sotto questo aspettodevo sicuramente migliorare ed esserepiù freddo davanti alla porta avversaria».Un attimo di pausa. Solo il tempodi salutare un compagno, poi si riparte.«Ho visto un corridoio nella difesadel Cagliari ed ho provato ad inserirmilì. Amerini mi ha dato una grandepalla ed io ho provato a farla balzareper terra e poi a calciare immediatamenteper evitare il recupero del difensore.Non ho preso la mira, ma la sferaè finita proprio dove volevo io». E' stata la sua prima rete con la Pistoiese,un'emozione unica. «Che brividil'applauso del pubblico» ammettesorridendo. Ed ora? «Spero di segnareancora» confessa. Magari già domenicaa Verona con il Chievo... «L'importantesarebbe conquistare un altro risultatoimportante come quello con il Cagliari.In questo momento non possiamo abbassarela guardia». (a.ram.)