Da domani Liberovici al Metastasio con «64» Il «Teatro del suono» rende omaggio al Living


PRATO. Dopo il debutto a Parigidi un anno fa, Andrea Liberovicie il suo gruppo Il Teatrodel Suono arrivano domani sullescene del Metastasio con unospettacolo dal titolo «64»; nel castun'attrice importante comeJudith Malina, fondatrice delmitico Living Theatre, e poi HanonReznikov e Ottavia Fusco.«64» nasce da un regalo che JudithMalina volle fare a Liberoviciqualche anno fa: si trattavadi una bobina, con il nome di JohnCage scritto a matita, checonteneva le musiche per uno«Marrying Maiden», spettacolodel Living del '59. La strutturadello spettacolo è semplice e s'ispiraliberamente al rapportodi Cage con l'oracolo cinese «IChing»: 64 movimenti, come i64 esagrammi dell'Oracolo, didurate diverse per un totale di64 minuti. Perché i 64 esagrammidell'I Ching? Per tre ragioni:la prima è l'omaggio a «the MarryingMaiden», il testo che Cagemusicò per il Living nel '60 eche s'ispirava all'Oracolo. La secondaè sempre riferita a Cagee al suo uso delle operazioni casualiper comporre musica. Laterza ragione è che ogni esagrammadell'I Ching contemplaun momento della vita dell'uomo,fornendoci, di conseguenza,una ricca strutturadrammatica. «Ogni esagrammainfatti - spiega Liberovici -ha un titolo e un'idea che sviluppao attraverso dei simboli -cielo, terra, il pozzo, e così via -o attraverso sentenze più precisecome: guerra, litigare, eccessi,obbedire, fino ad arrivare alnumero 64 che segna la fine equindi il ripartire dall'inizio.Questa sorta di grande cerchiofatto di tasselli mi sembra idealeper raccontare la memoriasenza un'obbligata cronologia.