Mazzone manda in campo un Brescia spavaldo: due punte e Pirlo rifinitore E Baggio vuole farsi rimpiangere


FIRENZE. Roby Baggio tornanella sua Firenze ancorauna volta da ex. Questa voltala maglia è quella del Brescia,un ritorno che coincide con ilrisveglio della squadra di CarloMazzone, che dopo un iniziodi campionato stentato a partel'ultimo 3-0 di Parma è riuscitoa risollevarsi dai bassifondidella classifica. Dopo il folgoranteavvio del torneo la squadraviola ha ripiegato verso ilcentro classifica, tanto cheadesso tra Fiorentina e Brescialo scarto è appena di seipunti. I lombardi aspettano ilcolpo di prestigio e quella di oggi,nella partita che apre nel pomeriggioil terzo turno di ritorno,potrebbe essere l'occasionegiusta. Davanti al suo vecchio pubblicoBaggio dopo aver smaltitoi suoi malanni torna in campodal primo minuto. In attaccoCodino ritrova Dario Hubner,inossidabile attaccantedal gol facile (13 gol finora, appenauno in meno di Batistutae due di Schevchenko). All'andatafu 1-1 con Hubner cheaprì le danze mentre Baggio,prima del pareggio di Leandro,fallì il colpo del ko. Ci riproveràsicuramente oggi per fareun dispetto a Terim e un favorea Mazzone. Sarà interessantevedere Pirlo subito dietroBaggio-Hubner, segno di unBrescia spavaldo, deciso a provarci.