Pisa-Spezia come una guerra: decine di feriti Alla stazione duri scontri tra ultrà liguri e livornesi che tornavano da Carrara


PISA.Un'altra domenica di follia. La partita Pisa-Spezia halasciato un pesante strascico. Uno spezzino arrestato, scontrifra tifosi e forze dell'ordine con una cinquantina di feriti,danneggiate auto e abitazioni. Poi, c'è stata anche la «guerra»sui binari tra i tifosi del Livorno e dello Spezia. La giornata è stata turbolentafin dall'inizio. Circa 1.300 tifosidello Spezia sono scesi allastazione di San Rossore e sonostati scortati dalle forze dell'ordine.Gli ultras del Pisa hannotentato di sfondare il cordonedel corteo, ma sono stati allontanatidalla polizia. La violenzaè esplosa allo stadio quandol'arbitro ha espulso il terzo giocatoredello Spezia. I tifosi allorahanno divelto i seggiolinidella curva sud: alcuni li hannolanciati in campo (uno hacolpito il portiere del Pisa, Gazzoli)e altri contro le forze dell'ordineche erano sugli spalti.I poliziotti hanno risposto all'aggressionecercando di contenerel'assalto. Intanto, alcunecentinaia di tifosi spezziniavevano lasciato lo stadio primadella partita. In questo modo,il corteo dei tifosi non è statocompatto, ma sfilacciatocreando numerosi problemi diordine pubblico. Alcuni spezzini,in via Rosmini, hanno spaccatotutto quanto si sono trovatidi fronte. Addirittura, hannosfondato alcuni portoni e sonoentrati nell'androne delle abitazioni.Hanno preso a pedatee sprangate biciclette e motoriniche si trovavano all'interno.E fuori, purtroppo, in via Piavee via Contessa Matilde gruppidi tifosi pisani sono venuti acontatto con i tifosi dello Spezia.Sono stati momenti digrande tensione. Tutto quantosi poteva afferrare, è stato usatocome arma: dai cartellonistradali ai mattoni. Una mattonataha sfondato la visiera diprotezione del casco che indossavaun poliziotto del repartomobile spaccandogli la bocca.Pietre sono state lanciate controle auto della polizia e i vetridei finestrini sono andati infrantumi: sette-otto le volantidanneggiate. Uno spezzino,A.P., 26 anni, è stato arrestato. Quando il corteo è stato ricompattato,è stato scortato allastazione di San Rossore.Quando il treno dei tifosi spezziniè partito da San Rossore, èstato tirato il freno e i convoglisi sono fermati. Dalla parte oppostastava arrivando il trenocon i tifosi del Livorno (circa500) che tornavano da Carrara.Anche i tifosi livornesi hannotirato il freno ed il treno si èfermato. Così, i supporters labronicie spezzini sono scesi esi sono scontrati. La polizia hacercato di raggiungere il posto,ma si è dovuta fare accompagnareda un ferroviere che avevale chiavi di un cancello perpoter avere accesso ai binari.Sono trascorsi, secondo quantoriferito dalla polizia, 5-6 minuti.In questo tempo, ci sonostati gli scontri tra i tifosi concazzotti e lancio di pietre.

Giovanni Parlato