Il commissario Manzo ferito negli scontri con i tifosi spezzini


VIAREGGIO. Il dottor Maurizio Manzo è rimasto ferito, riportandola frattura di una costola, negli incidenti scatenati alla stazionedi Viareggio dagli ultras spezzini giunti da Lucca, dove eranostati protagonisti della guerriglia urbana durante Lucchese-Spezia.Il nutrito gruppo di facnorosi, circa 200 persone, ègiunto sul treno delle 23,15 da Lucca, ed è stato «preso in consegna»da una ventina di agenti guidati dal commissario Manzo,in attesa del treno per Spezia delle 23,45. La tensione tra i tifosi èsalita ulteriormente quando alcuni spezzini, che avevano lasciatole vetture fuori dalla stazione, hanno trovato le vetture danneggiateda qualche viareggino. A quel punto bastava una scintillaper far scatenare la violenza, ma la polizia è riuscita a contenerele sfuriate degli ultras che sono rimasti confinati dentro lastazione, dove comunque ci sono stati momenti di comprensibileapprensione tra i viaggiatori. Durante il parapiglia, quando sonovolati spintoni e la polizia ha dovuto agire con decisione perbloccare gli ultras, il commissario ha ricevuto un colpo che gliha causato la frattura di una costola. Tutto è comunque terminatoalle 23,45, quando gli spezzini sono saliti sull'intercity per Spezia.Da segnalare poi che nella tarda matinata i tifosi spezziniavevano provocato altri problemi alla stazione, lanciando petardidal treno in transito: uno dei botti era esploso vicino all'orecchiodi un agente polfer che è dovuto ricorrere all'ospedale.