Per l'omicidio di Torino Condanna confermata per Fruzzetti


TORRE DEL LAGO. La Corted'Assise d'Appello ha confermatola condanna a 28 annidi carcere inflitta in primogrado a Bruno Fruzzetti,il quarantottenne artigianoche nell'estate del 1998 uccisea coltellate, a Torino, lagiovane amica Valeria Melpignano. Valeria, 21 anni, in quelperiodo stava cercando ditroncare la tormentata relazionecon il più maturo Fruzzetti,già sposato e in secondenozze. L'artigiano, cosìcome accertato, la trafissecon 14 coltellate al terminedell'ennesima discussione.L'aveva convinta a saliresulla Clio che aveva noleggiatoa Lucca pregandola disedere al posto di guida. Poiimprovvisa la discussione,le solite domande, le risposteormai note, un coro dino. Poi la lama del coltello, icolpi mortali inferti alla ragazzae la fuga verso la Versilia.Una volta giunto a Torredel Lago, Fruzzetti telefonòal 113. «Non volevo perderla»,disse agli agenti delcommissariato che lo arrestarono. L'avvocato di parte civileMarzio Pontone ha ricordatoche la madre di Valeria,sopraffatta dal dolore, il meseprima dell' apertura delprocesso di primo grado sitolse la vita, gettandosi dalquinto piano di un palazzo.Il risarcimento danni è statoquantificato in oltre 700milioni di lire.