Lucca: si è chiusa ieri la manifestazione dedicata a fumetti e animazione Comics, cala il sipario Tante novità e un'affluenza record di pubblico


LUCCA. Si è chiuso ieri con la tradizionale carica dei ritardatari Lucca Comics & Games 2000 il lungo ponte in compagnia delle nuvole di carta che ha visto confermare le previsioni più rosee della vigilia, resistendo alle intemperanze del clima, con la cifra di oltre 37mila presenti nei cinque giorni al Palatagliate. Un'esperienza positiva per il curatore Renato Genovese, non ancora ristabilito, ma presente tra i padiglioni per chiudere ufficialmente l'appuntamento del millennio. «Commentare complessivamente questa edizione è difficile, specie per chi ha seguito da tanti mesi l'organizzazione della manifestazione» dice Renato Genovese. «Diciamo che sono soddisfatto per come ha funzionato il gruppo e per quello che siamo riusciti a dare al pubblico. Chiaramente questo è un lavoro che è stato fatto da una serie di persone, molti hanno parlato della manifestazione di Genovese ma non è così. Comics & Games è lo sforzo di un gruppo di esperti e appassionati che si sono dedicati a realizzare con esperienza la rassegna. Se fosse mancato questo apporto, la mostra internazionale non sarebbe stata ideata». Un'edizione autunnale confortata dalla risposta delle cifre. «Al di là dei numeri che sono sempre importanti l'atmosfera di questi giorni è unica. Credo che con piccole novità, di piccoli innesti come Lucca Multimedia, la musica dal vivo, il Pokémon Tour e così via ovvero, parlando in termini commerciali, aumentando l'offerta al pubblico di intrattenimento, di interattività e di spettacolo, la rassegna 2000 è stata molto apprezzata. Fin dal primo giorno gli espositori sono rimasti molto soddisfatti e questo mi fa piacere, un po' perché siamo stati bravi, un po' perché c'era voglia di Lucca e questo indipendentemente da chi stava organizzando l'appuntamento. Quella di Lucca è una manifestazione che deve continuare, nell'interesse della città e in quello del mondo del fumetto e del gioco intelligente». Nonostante i brutti scherzi del tempo un bilancio positivo. «All'inizio siamo stati abbastanza fortunati, con giornate piuttosto belle - conclude Genovese - poi magari siamo stati penalizzati proprio nei giorni più difficili della rassegna ma questo non ci ha danneggiato più di tanto. Ripeto: la mia soddisfazione è dovuta al nuovo clima instaurato intorno a Lucca Comics». Ultimo record della rassegna quello del torneo di carte collezionabili di Pokémon, presentato per l'occasione dalla Wizards of the Coast: 150 iscritti naturalmente giovanissimi, che si sono dati battaglia nei tavoli gioco dello spazio riservato al Pokémon Tour.

Massimo Mannari