LA CURIOSITA' Profumo Uefa per Parola


PISA. Andrea Parola protagonistain Coppa Uefa. L'excentrocampista nerazzurroha brillato (90'da titolare perlui) all'esordio in questa competizioneinternazionale, nonostanteil suo NeftochimicBourgas sia uscito sconfitto(2-4) dalla trasferta in terrarussa contro il blasonato LokomotivMosca. Per Andrea Parola, prodottodel vivaio nerazzurro, l'ennesimagratificazione di questoavvio di stagione particolarmentefortunato, culminato,sabato scorso, con il primogol realizzato con la magliabulgara. Rete che lo hafatto salire vertiginosamentenegli indici di gradimento deitifosi. Andrea Parola ha giàconquistato il cuore dei bulgari,insomma. «Il debutto in Coppa Uefa -ci ha confidato il centrocampistamarinese - è stato moltoemozionante. Chi l'avrebbemai detto. Lo stadio del LokomotivMosca mi ha impressionato:è un impianto che puòcontenere novanta mila spettatori.Nonostante il freddopungente, credo, di aver fattobella figura. A fine partita horicevuto i complimenti da partedegli avversari. Peccatoper il risultato che ci penalizzaoltre modo, dal momentoche, a 30' dalla fine, pareggiavamo2-2. Speriamo, tra quindicigiorni, di riuscire a ribaltarequesto passivo. Sarà dura:i russi sono molto forti.Tra le loro fila annoverano diversinazionali. Ci terrei tantoa continuare questa avventurain Uefa. Magari affrontandouna squadra del miopaese. Speriamo». E allora inbocca al lupo, Andrea. (da.bo)