I ladri nella casa dell'assessore Bracali: «Furto sventato dai carabinieri» Ma nella notte tre colpi sono andati a segno


QUARRATA. Continua la «guerra» tra i ladri e le forze dell'ordine. Il bollettino della scorsa notte è degno dei film americani: tre i furti messi a segno, quattro quelli sventati grazie all'arrivo dei carabinieri. Le pattuglie per tutta la notte hanno dato la caccia ai topi di appartamento da una frazione all'altra del Montalbano: dove suonava un allarme o dove erano stati segnalati movimenti sospetti. Tra le case prese di mira anche quella dell'assessore Marcello Bracali. Una notte lunghissima quella tra mercoledì e giovedì sulle colline del Montalbano. Una notte fatta di serrature spezzate, di allarmi che suonavano all'impazzata e di fughe e inseguimenti tra le strade sterrate che si inerpicano sui boschi lungo il crinale. Tutto è avvenuto in pochi chilometri quadrati. «Mi sono svegliato - racconta l'assessore Bracali - perché ho sentito l'allarme di un'abitazione vicina e un gran via vai. Mi sono affacciato, c'erano i carabinieri davanti a casa mia. Mi hanno detto che avevo la serratura dell'appartamento dove vive mia figlia svitata e non mi ero accorto di niente. I ladri non hanno fatto in tempo ad entrare perché avevo anche una chiusura di sicurezza interna e probabilmente erano stati disturbati nel loro lavoro proprio dai carabinieri». Intanto in un'altra abitazione di Montemagno i ladri sono riusciti ad entrare e a portare via alcuni oggetti d'oro. In una terza abitazione invece l'allarme ha messo in fuga gli ignoti e attirato l'attenzione delle forze dell'ordine che si sono lanciate all'inseguimento dei malviventi che poi però hanno fatto perdere le loro tracce tra le viuzze immerse tra i boschi. Mentre nei pressi della frazione di Montemagno era scattata la caccia al ladro, altre due case (una in via delle Piastre e una in via delle Poggiole) venivano visitate dagli sgraditi ospiti che però sembra non abbiano portato via oggetti di valore. Tra le cose rubate perfino uno stendipanni. Una situazione, quella dei furti a danno degli abitanti delle frazioni collinari, che va avanti da qualche settimana e che non sembra destinata a cambiare. Il «clou» è stato raggiunto martedì notte quando sono state svaligiate ben nove villette. E la «guerra» continua: da una parte ci sono i ladri che stanno tentando di svaligiare un numero incredibile di abitazioni (almeno quindici negli ultimi tre giorni i furti e i tentati furti) e dall'altra i carabinieri che stanno pattugliando con più squadre le colline del Montalbano cercando di restituire un po' di serenità agli abitanti, spesso chiedendo loro informazioni e testimonianze sugli strani spostamenti.di Ilenia Reali