PRIMA CATEGORIA Pieve a Nievole, boccata d'ossigeno con il quadrato Monsummano


PIEVE. Pareggiando con il classico risultato a occhiali il derby contro l'ambizioso Monsummano, la Pieve a Nievole fa un altro piccolo passo verso la salvezza, obiettivo primario della società. La partita, che mancava da circa 30 anni, non è stata però bellissima e le occasioni da rete si sono contate sulle dita ma era prevedibile visto che era importante per entrambe le squadre, soprattutto per i pievarini, uscire dal derby con un risultato utile. Il Monsummano ci ha provato di più ma non è facile bucare la retroguardia pievarina, che per la quinta volta in otto gare non ha subito reti. Per quanto riguarda l'attacco, i gialloverdi fino ad ora hanno segnato solo 5 reti e non vanno a segno da tre turni. Per la suddetta ragione la società pievarina ha ingaggiato due attaccanti: Lombardini, proveniente dal Mazara del Vallo, e Pavoni, prelevato dal Montale. Mentre per il primo si trattata della seconda gara con la nuova società, per il secondo è stato l'esordio assoluto. Entrambi si sono dimostrati tecnicamente validi e sicuramente, dopo aver assimilato gli schemi di mister Porciatti, saranno utili per il raggiungimento degli obiettivi della Pieve. Ha esordito anche il difensore Bonetti, terzo neo acquisto, proveniente dal Porcari Montecarlo. Il difensore è entrato a circa 15 minuti dalla fine controllando molto bene la punta amaranto Pazzini. Domenica prossima la Pieve affronterà in trasferta la Butese, entrambe appaiate al sest'ultimo posto con 7 punti. E' una gara importante dalla quale la Pieve deve uscire con un risultato positivo. (g.p.)