Lucchese, presi Giusti e Lombardini Chiusa la trattativa con il Chievo Arriva Polito in cambio di Squizzi


LUCCA. La Lucchese ha ufficializzato nel primo pomeriggio gli acquisti dei centrocampisti Silvio Giusti e Massimo Lombardini dal Chievo cedendo alla società veronese il difensore Moreno Longo. Il diesse Donatelli ha poi perfezionato lo scambio di comproprietà con la Salernitana dei portieri Lorenzo Squizzi e Ciro Polito con l'ex rossonero dirottato in Campania e il ventenne granata, nella scorsa stagione a Rimini, in Toscana. Adesso la società è a caccia di un centrale difensivo e lavora per sfoltire la rosa. Vicinissimo l'accordo con il Pontedera per l'appoggio di alcuni ragazzi del settore giovanile. Come da tempo annunciato dal nostro quotidiano è andato in porto lo scambio con il Chievo. Longo lascia i rossoneri e passa ai gialloblù in comproprietà. Al suo posto arrivano Giusti in prestito e Lombardini a titolo definitivo. Per Moreno Longo, che se ne va dopo tre stagioni in rossonero, contratto triennale con opzione per il quarto anno. Silvio Giusti, che per 8 anni ha vestito la maglia della Lucchese conquistando la storica promozione in B e la Coppa Italia di C, arriva dal Chievo in prestito gratuito (il giocatore ha ancora un altro anno di contratto con la seconda squadra di Verona), mentre Massimo Lombardini, 28 anni, viene acquisito a titolo definitivo. E proprio l'esterno destro di centrocampo, risolta la questione economica, è al settimo cielo dopo il trasferimento: «Ho accettato di scendere in C1 - dice Lombardini rintracciato al cellullare - dopo un decennio trascorso in A e B grazie ai buoni uffici di Silvio Giusti. E' stato lui a fare la differenza nella trattativa. Vengo alla Lucchese con grande entusiasmo, sicuro di disputare un campionato di vertice. Dovrò adattarmi in fretta alla categoria perchè i rossoneri devono velocemente recuperare posizioni in classifica». Cresciuto nelle giovanili della Cremonese, Lombardini è un centrocampista di fascia tecnicamente dotato che fa della velocità e del cambio di passo le sue armi migliori. Ma il mercato della Lucchese non si ferma quì. Proprio in tarda serata la Salernitana ha battuto la concorrenza della Sampdoria per l'acquisto del portiere Lorenzo Squizzi. Sabato mattina si è tenuto a Viareggio un summit tra il presidente della Salernitana, Aniello Aliberti, Pino Vitale, che cura la cessioni dei giocatori della precedente stagione, e Antonino Imborgia, grande amico del plenipotenziario granata. Ne è scaturita la cessione di Squizzi a Salerno dove indosserà la maglia di titolare. A Lucca arriva il portiere ventenne Ciro Polito, l'anno scorso in prestito al Rimini in C2. Adesso il diesse Mario Donatelli può tirare un sospiro di sollievo e iniziare con calma la ricerca del centrale difensivo che manca ancora per completare l'organico. Tra l'altro è trapelato che la Lucchese, se Lombardini avesse rifiutato l'ingaggio, si era già cautelata bloccando Domenico Toscano, 28 anni, esterno destro, attualmente non utilizzato al Cosenza. Infine il nuovo diesse del Pontedera Mario Pranzani potrebbe aprire un dialogo con la Lucchese per poter utilizzare, con la formula del prestito, almeno due giocatori. Si tratta di Del Chiaro e Sorrentino che, chiusi in prima squadra, potrebbero andare a farsi le ossa in C2. In tema di ex rossoneri il Como è vicino all'ingaggio di Campolattano dal Chievo mentre Ricci svincolato potrebbe finire al Pescara o in alternativa alla Salernitana.

Giulio Torcigliani