Pisa: Super Tavano, eccolo qua Il bomber sta facendo furore


PIEVEPELAGO. Avete presente«Supercafone, eccoloqua», il motivetto che impazzain tutte le discoteche estive?Con tutt'altra valenza, «SuperTavano» è il leit-motiv del precampionatonerazzurro. Perchéil giovane nerazzurro staraccogliendo consensi unanimi,proponendosi come la possibilerivelazione della stagione.Per ora, con nove reti segnatein quattro partite, FrancescoTavano è il goleadorprincipe dell'estate. Ma il bomberino campano,classe'79, rifiuta l'appellativodi rivelazione di questopre-campionato, come nonsembra essere assolutamenteattratto dalle luci della ribalta. Non gli interessano (ovviamenteper ora) i titoli sui giornalie le lusinghiere intervistealla televisione, ma preferiscerimanere con i piedi ben saldia terra, e continuare a parlareattraverso il linguaggio chemeglio conosce, quello dei gol. Almeno fino a quando i suoigol significheranno tre punti:«Non mi sento assolutamentela rivelazione di questo Pisa.Sono al primo anno da professionistaed ho ancora tanto daimparare». Anche se amichevoli sonopur sempre gol... «Per un attaccante andare inrete è importante in qualsiasimese della stagione, perché siacquista fiducia nei proprimezzi e ci si fa conoscere. Nonsento però di aver fatto nientedi trascendentale ed aspetto testpiù probanti di quelli affrontatifino ad ora». Tu i gol li hai sempre fatti... «In effetti il senso del gol l'hosempre posseduto sin da ragazzino.Questa stagione, tra igrandi, sarà per me la provadel nove. Sono curioso di mettermiin discussione tra i professionisti,dopo aver conseguitobuoni risultati a livello giovanile». Quante reti prometti ai tifosinerazzurri? «E' difficile fare promessegià dal mese di agosto. Mi piacerebbearrivare alla doppia cifra,magari a quota 10 reti». Qual è il tuo obiettivo inquesta prima stagione daprofessionista? «Fare bene ed aiutare lasquadra a disputare un campionatoda protagonista». Dove può arrivare questoPisa? «Sono convinto che potremofare un buon campionato, trale prime. L'obiettivo principaleè quello di centrare i playoff.Le squadre da battere? A mioavviso si sono mosse bene sulmercato sia la Lucchese che laReggiana, due squadre appenaretrocesse dalla serie B e chequindi hanno una base solida edi valore». A quale bomber di razza tiispiri? «Mi piace molto il laziale Salas.Credo - spiega l'ex viola - diavere caratteristiche simili, ovviamentecon le dovute proporzioni.A differenza del cilenonon sono molto bravo nel giocoaereo». In realtà, Tavano deve molto- e gli è estremamente riconoscente- a Luciano Chiarugi,suo allenatore nella Primaveradella Fiorentina. E' in costantecontatto telefonico conil suo mister, che a sua volta diceun gran bene del giovanebomber. Quanto alla "somiglianze"calcistiche, ricordamolto il primo Baldieri nerazzurro,che arrivò al Pisa in prestitodalla Primavera della Roma.Da giovanotto di belle speranze,si impose prestissimo comeprotagonista nelle amichevolidi Volterra guadagnandosipoi il posto da titolare. Il Pisaera in serie B, con Gigi Simoniin panchina che credette subitoin quel ragazzo. E a finestagione, arrivò la serie A. Ma torniamo a Tavano. ungrande estimatore del giovaneattaccante arrivato in prestitodai viola è Roberto Clagluna:«Tavano può essere la rivelazionedel prossimo campionato- afferma l'ex mister nerazzurro.- Ha delle doti non comunidi dinamismo, non dà punti diriferimento ai difensori e "vede"sempre la porta. Deve migliorarenella manovra, ma potrebbeessere, come Zazzettal'anno scorso, un ragazzo capacedi giocare da "adulto" findal primo anno con i professionisti».Clagluna fra l'altro è unallenatore sul quale la Federazionepunta molto. Dopo l'incaricocon i professionisti disoccupati,il mister pisano è entratoin pianta stabile nei ruoli Figccome docente ed esaminatoreai corsi allenatori, e tecnicodegli arbitri di serie A. Le opinioni di Clagluna sonocondivise da Giancarlo Antognoni,direttore generale dellaFiorentina: «E' un ragazzo sucui puntiamo molto, sono convintoche possa esplodere ad altilivelli», ha detto. Gli fa eco Armando Reggiannini,allenatore del Pontederaed esperto osservatore dei campionatigiovanili: «L'anno scorsol'ho seguito in diverse partite.E' un giocatore esteticamentenon bello, ma efficacissimo,un attaccante che può "far male"anche in serie C1». Ovviamente è presto per fareprevisioni, e davanti Tavanoha tre giocatori di ottimo calibro:Muoio, il suo «pari ruolo»,è, rigori a parte, il capocannonieredello scorso campionatoe soprattutto è un giocatoredalle qualità tecniche sopraffine.Quindi non sarà facile peril giovanissimo «Super Tavano»,già amato dal pubblico eapprezzato dagli addetti ai lavori,ritagliarsi un posto fisso. Ma di certo, questo attaccantenon è solo un ragazzino pimpante:veloce, furbo, determinato,può rivelarsi un grossoacquisto per il Pisa di C1. Tavano e compagni continuanola preparazione al Comunale:ieri giornata di semiriposo,con tanto di pesca e grigliatafinale, ma da oggi si sudadi nuovo.A.Scuglia e D.Bozzi