Tarantino firma un quadriennale La trattativa conclusa ieri con un blitz a Viareggio La Reggina vuole riscattare Artico e chiede Bonomi


EMPOLI. Dalle 18,27 di ieri Nazzareno Tarantinoè un giocatore dell'Empoli. Il promettenteattaccante di Benevento è statoacquistato dalla Lucchese con la formuladella comproprietà. Nella casse dei rossonerisono finiti 1,9 miliardi. Nessuna contropartitatecnica, invece, perché AntonioDi Natale, scelto dai rossoneri, ha rifiutatoil trasferimento. Così la Lucchese hapreso qualche soldo in più, ma c'è comunqueuna promessa fatta a Pino Vitale: traun po' i rossoneri potrebbero avere qualcheinteressante prodotto del settore giovanileazzurro. Se ne riparlerà. L'importante è aver chiusol'affare, anche perché la concorrenzasu Tarantino eramolto agguerrita. L'appuntamento era fissatoper il pomeriggio, alle 16, aViareggio. Poi è slittato perchéLucchesi, di ritorno daMilano, ha ritardato. Vitaleda una parte, Lucchesi e Ghelfidall'altra si sono poi ritrovatiallo Snack Bar, sulla passeggiata,e hanno chiuso inmeno di un'ora. Subito dopoil giocatore, assistito dal suoprocuratore, l'avvocato Rispoli,ha firmato un contrattoquadriennale con il club dipiazza Matteotti. Dunque ora anche il repartoavanzato ha avuto il suo«rinforzo» e Cappellini ha trovatoil suo partner. In avantiqualche altro arrivo potrebbeesserci, ma tra un po' di tempo.Ora l'Empoli vuole sistemarela comproprietà e vederecome andrà a finire. Cerbonee Carparelli, infatti, potrrebberoalla fine restare edunque attendere è consigliabile.Tra l'altro l'altro obiettivoper l'attacco, BernardoCorradi, è stato momentaneamentebloccato dal Cagliari.Quindi la sistemazione definitivaper il reparto avanzatopotrebbe arrivare poco primadell'inizio della prossimastagione (quindi ad agosto). Intanto giovedì a tarda oraLucchesi ha incontrato a Milanoi dirigenti della Reggina,ed è saltata fuori una sorpresa.I calabresi vogliono riscattarela comproprietà di FabioArtico, ma vogliono anche acquistareClaudio Bonomi. Lanotizia era inattesa, ma è stataaccolta con favore. Se ne riparlerànei prossimi giorni ei reggini dovranno alzare l'offertacomplessiva (portandolaalmeno fino a 3,2 miliardi),ma si può fare. Di sicuro èuna trattativa da condurre inporto tra oggi e domani, ovveroprima alla scadenza deltempo utile per la risoluzionedella compertecipazioni. Per Bonomi si era parlatoanche del Lecce, ma i salentininon hanno dato un seguitoai «messaggi» inviati nei giorniscorsi. Stesso discorso perAlessandro Pane. Ma il registaè nel mirino del Genoa esempre giovedì sera i dirigentiliguri hanno rinnovato l'interessamentoal direttore generaleazzurro. Probabilmentequesto contatto diventeràtrattativa vera e propria nelcorso della settimana. Tuttele società, infatti, stanno concentrandoi loro sforzi sullecomproprietà. Anche l'Empoliche deve sempre risolvere,come detto, quelle di Carparelli(con la Sampdoria) eCerbone (con il Chievo). Quest'ultimaè intricata perchédietro ai veneti potrebbe esserciun'altra società (il Brescia),mentre quella di Carparellipotrebbe essere rinnovatae poi gli azzurri cercherannouna sistemazione al giocatore(che evidentemente nonrientra nei piani tecnici). Siva verso il rinnovo an cheper Bonfanti con la Fermana.Intanto il giovane difensoreTommaso Dei piace all'AtleticoCatania che vorrebbeacquistarlo in comproprietà,mentre la stessa Fermana potrebbeavere bisogno di unportiere: ai marchigiani piaceMassimo Gazzoli, ma l'Empoli(che vorrebbe affidare lamaglia numero 12 al viareggino)preferirebbe girare in prestitoGiacomo Mazzi.di David Biuzzi