«Patti non rispettati» Marcato un saluto amaro


VERCELLI. A sorpresaancora in tribuna, LucaMarcato si sfoga a fine partita.Borsa in mano, maglianerazzurra. E' l'ultimoviaggio, domanda ilcronista, con questa maglia?«Sì, penso proprio disì». Finito il feeling instauratocon la tifoseria? «Iocon i tifosi non ho mai avutoproblemi nonostante arrivassida dove sapete. Ionon ho avuto problemineppure con i dirigenti el'allenatore, ma i dirigentinon hanno rispettato alcunipatti che all'inizio trauomini ci eravamo detti.Forse io avrò un brutto carattere,ma sono venuto aPisa da signore e me ne vadoda signore. C'erano accordidi un certo tipo segiocavo venticinque partite,dopo la ventiquattresimaavrete notato che si èpreferito far giocare terzinodestro Moro. Quindi iomi sono comportato sicuramenteda professionista,gli altri non so se possonosostenere la stessa cosa.E anche mister D'Arrigo,quando gli ho chiestospiegazioni, ha preferitoglissare sull'argomento.Arrivederci, buona fortunaa tutti». Una chiusura un po'amara per un giocatoreche comunque ha offertoun buon rendimento ed èentrato, come tutti i compagni,nel cuore dei tifosinerazzurri. A Vercelli non c'erano ipresidenti: uno dei due,Roberto Posarelli, era appenarientrato da un viaggiodi lavoro in Moldavia.Spiega al telefono il numerouno nerazzurro, EnricoGerbi: «Siamo rimasti a Pisaper accogliere gli ospitidella festa all'Arena, noncerto per disinteresse versola squadra. Peccato comunqueper il risultato, sarebbestato bello accoglierei ragazzi allo stadio dopoun risultato positivo.Comunque mi fa piacereapprendere che, prima dellabeffa finale, siamo riuscitia rimontare due reticon un uomo in meno». Al presidente Gerbi chiediamolumi sull'immediatofuturo: «Ora godiamocila festa, da martedì inizieremoad operare concretamente.Come avevamo annunciato,abbiamo aspettatola fine del campionatoprima di iniziare, a partela conferma di Paolo Andreottiche abbiamo conclusosubito perché lo consideriamola bandiera delPisa. Da martedì Botteghiinizierà i colloqui con i giocatoridi quest'anno, perchéprima degli acquisti èimportante concludere ilcapitolo conferme. La volontàdella società, lo ribadisco,è di allestire unasquadra ambiziosa ancheper la prossima stagionema con giocatori che sposinoin pieno la nostra causa».(a.sc.)