Nell'altro gruppo la capolista Arcidosso attende il Semproniano Sticciano di scena a Pomarance


GROSSETO - Parte, con le gare di questo pomeriggio, il gironedi ritorno del campionato di 3a categoria. Nel girone A, lo Sticcianocampione d'inverno gioca in trasferta in casa del Pomarance,battuto nella gara d'andata con un secco 3-0. La squadra diBartalucci che può vantare il miglior attacco (25 gol segnati) ela miglior difesa (9 gol subiti), troverà però un avversario capacedi espugnare il campo del Monterotondo. E proprio il Monterotondo,che insegue al secondo posto, attende il Valdicecina(già battuto 1-0 all'andata) che sarà privo dello squalificato Dell'Omo.Il Paganico, terzo con 20 punti, dopo aver ritrovato le retidi Bognomini, aspetta quelle di «Muccino» Foderi per superareil Caldana, penultimo a quota 7 e sconfitto all'andata per 1-0.In casa anche il Buriano che divide il terzo posto con il Paganico,ma che sarà privo dello squalificato Pieroni. Avversario è ilSassofortino a sua volta privo dello squalificato Coscarelli. Nel gironeB spicca il derby tra l'Orbetellana e l'Orbetello Scalo(1-1 all'andata). La suadra di Presicci guida la classifica con24 punti in compagnia dell'Arcidosso ma viene da un deludentepareggio con il Campagnatico. L'Orbetellana viene da 4 risultatiutili consecutivi. Mancheranno per squalifica Giusti da unaparte e Presicci dall'altra. Derby anche per l'altra capolista, l'Arcidossoche gioca in casa contro il Semproniano (1-1 all'andata).Mancheranno Leoni nell'Arcidosso e Fanciulletti nel Semproniano,entrambi squalificati. In campo la miglior difesa delcampionato, quella dei padroni di casa, battuta appena 4 volte.Scansano, terzo a 20 punti, ospita il Nomadelfia. Padroni di casaimbattuti da 8 turni. Il Sant'Andrea ospita a sua volta il Montorgiali,battuto per 4-0 nella gara d'andata. Gli altri squalificati di giornata sono Rubegni (Campagnatico),Ferroni e Bonamici (S.Rocco), Rabai (Sauro), Ricci (Casotto),e Lenzi (Sasso P.). La gara Scansano-Campagnatico di Coppasarà recuperata mercoledì 27 ad Istia (ore 21). (paolo franzò)