Il regista impegnato all'Arena di Bari Aida secondo Zennaro


LIVORNO - Nuovo successoper Giampaolo Zennaro. Il registad'adozione livornese è statochiamato ad inaugurare lanutrita stagione musicale (opere,balletti e concerti) del Teatrodell'Opera di Maribor inSlovenia. Dopo gli allestimenti della"Gioconda" di Ponchielli, conla quale ha inaugurato la stagionedel teatro dell'Opera diTolone in Francia e dell'"Otello"di Verdi per la stagione estivaall'Arena delle Vittorie diBari, Zennaro è stato chiamatoad inaugurare con l'"Aida"di Giuseppe Verdi, un cartelloneaperto al repertorio italiano,prevedendo tra l'altro operedi Puccini e Menotti. Un allestimento che, in unnotevole sforzo produttivo, hacoinvolto artisti bosniaci, croatie russi (circa 250 artisti perquaranta giorni di prove), mirandoad essere - come ha sottolineatoil direttore artisticoStane Jurgec - un grande eventoculturale ed un ponte artisticoverso l'Europa. Per la sua "Aida", della qualeha realizzato anche le imponentiscenografie, Zennaro hasfruttato interamente le potenzialitàtecniche del teatro, conuna serie di marchingegni scenicivolti a spettacolarizzare l'azione,ed originali effetti di luceintesi a sottolineare gli aspettiintimistici dei personaggi.Una soluzione registica che hatrovato consenso nel pubblico,giunto per l'occasione anchedalla vicina Austria. "Aida", che sarà replicataper dieci recite, è stata sceltaper inaugurare nel mese di agostoil Festival di Lubiana, allapresenza delle autorità italiane. Zennaro, intanto, sta preparandola "Traviata" per il teatrodi Bogotà (Colombia), edin attesa di portare in scena"La fanciulla del west" di Puccinial teatro dell'opera di Tolone,sta lavorando ad "Aladinoe la lampada magica" di NinoRota, un grande progetto destinatoalla gioventù europea.OPERA LIRICA