La Pistoiese prepara il derby con il Livorno, Fioretti chiede i tre punti «Vogliamo vendicarci» «All'andata una sconfitta immeritata»


PISTOIA - Grazie alla vittoriadi domenica contro il Lumezzaneè tornato il sereno in casa dellaPistoiese. Ieri la squadra ha ripresoa lavorare in vista del derbycon il Livorno (assenti i militari,Furiani, Simoni, Iannitti eRamazzotti, Liberati ha lavoratoa parte, mentre Pelosi è in viadi guarigione) e, nonostante lenumerose assenze, il clima è sembratodisteso. La conferma vieneanche dalle parole di FabrizioFioretti, geometra del centrocampoarancione. Nel girone diandata l'ex senese ha messo a segnosette reti, diventando un veroincubo per i portieri soprattuttosu calcio piazzato. Adesso chei numeri uno avversari hanno imparatoa conoscerlo, lui sta cambiandole sue abitudini e, oltread impostare con precisione lamanovra della squadra, si sta inventandoassist-man. E statoproprio lui, infatti, a battere lapunizione da cui domenica è scaturitoil gol di Bellini. «Contro ilLumezzane - dice - abbiamo disputatoun'ottima gara e stavoltaabbiamo evitato anche la partenzaad handicap che altre volteci aveva contraddistinto. Per tuttii 90 minuti abbiamo giocato allagrande ed abbiamo concessoai nostri avversari pochissimo». Quando gli chiedi se la Pistoieseha dei problemi in attacco, però,il centrocampista romano hala risposta pronta. «Siamo statiquattro gare senza segnare, masi è trattato solo di un caso. Finoraabbiamo sempre trovato concontinuità la via del gol e questocredo sia un dato significativo. Ilmerito va diviso equamente tratutti i reparti: la difesa è solida, ilcentrocampo svolge un importantelavoro di filtro, mentre làdavanti le punte certo non risparmianoimpegno e volontà». Coni 3 punti conquistati contro ilombardi la Pistoiese ha rilanciatole sue ambizioni in zonaplay-off. «Un pensierino a questibenedetti play-off lo facciamotutti, ma noi manteniamo semprei piedi ben saldi a terra. Adinizio stagione siamo partiti conun obiettivo preciso (la salvezzandr) e prima di tutto vogliamoraggiungere questo. Abbiamo attraversatoun periodo difficile,ma adesso la situazione è migliorata.Il pareggio di Padova e l'affermazionesul Lumezzane hannoridato fiducia al gruppo edhanno dimostrato che la Pistoieseha un ottimo gioco e grande fiducianei propri mezzi». Domenica a Pistoia arriva ilLivorno. «All'andata fummosconfitti in maniera immeritata eabbiamo voglia di vendicarequel ko. La partita è importante,ma la squadra deve rimanere serena:solo così può giocare comesa». Prima di concludere Fiorettisaluta a nome del gruppo unamico. «Si chiama Luca ed allenail Cireglio. E un nostro tifosoed è il nostro portafortuna». Ricchiuti - E stato convocatofra i migliori Under 21 del gironeA. Il 27 a Lecco sfiderà la rappresentatidel girone B.

Andrea Ramazzotti