Crespo, portiere per forza E l'Udinese nel finale ha la meglio sul Parma


Udinese Parma 3 2 UDINESE: Turci, Gargo, Calori, Pierini, Pineda (13' st Navas), Giannichedda, Appiah, Batini, Locatelli (35' st Walem), Poggi, Amoroso (23' st Jorgensen). PARMA: Guardalben, Thuram, Mussi (41' st Sensini), Cannavaro, Orlandini (28' st Boghossian), Fuser, Giunti (28' st Crespo), Vanoli, Fiore, Balbo, Chiesa. RETI: nel pt 40' Appiah, 42' Balbo; nel s.t. 1' Amoroso, 31' Crespo, 47' Navas.UDINE - Crespo protagonista nel bene e nel male. Il gaucho d'oro prima sigla il gol del 2-2, che avrebbe permesso al Parma di poter mettere una ipoteca sulla qualificazione al prossimo turno di Coppa Italia. Poi, a sostituzioni effettuate, con Guardalben che si infortuna rinviando la palla, l'argentino indossa maglia e guanti da portiere. Una parata su un tiro cross di Walem, ma nulla può quando Navas scarica dal limite. L'Udinese vince, tutto sommato con merito. Una partita apatica nei primi 40': senza emozioni. Ma una volta sbloccato il risultato via alle danze. E' venuto il gioco, il divertimento. Udinese protagonista, ma Parma testardo. Botta e risposta, Appiah-Balbo. Quindi Amoroso, imitato da Crespo dopo appena 2' dal suo ingresso. Gol- partita di Navas che ha approfittato del portiere estemporaneo. Venti minuti di nulla, poi un tiro di Orlandini da trenta metri che non sorprende Turci, che di pugni alza in angolo. Poi di nuovo sbadigli. Le emozioni latitano, il ritmo è quello di un allenamento. Si attende l'episodio: al 30' Guardalben rinvia con i piedi, la palla carambola contro Locatelli e si indirizza verso la porta sguarnita. Il portiere parmense con uno scatto recupera. L'Udinese osa di più nel finale di tempo: prima impegna Guardalben a terra con un tiro di Poggi dalla distanza e al 40' Appiah risolve, con una mezza rovesciata, una mischia in area creatasi su un cross di Locatelli. Due minuti appena e il Parma pareggia: azione sulla destra di Fuser che, dalla linea di fondo, crossa basso per Balbo che di piatto appoggia nella porta vuota. Due gol che ravvivano la partita. Ripresa. Neanche un giro d'orologio e Amoroso, su servizio di Poggi, trova un buco nella difesa parmense e batte Guardalben in uscita. L'Udinese cresce, mette in difficoltà con i rapidi contropiedi un Parma che non riesce ad impensirire Turci. Amoroso va ancora in gol, ma l'arbitro annulla per posizione di furigioco. Thuram è graziato dall'arbitro dopo aver commesso un fallo da ultimo uomo. Malesani cambia: inserisce Crespo che, 2' dopo, di prepotenza, su un angolo di Chiesa, si fa spazio in area e trafigge Turci per il 2-2. Finale con imprevisto: si fa male Guardalben. Malesani non ha piu' cambi e manda in porta Crespo. L'argentino non ha il tempo di mettere i guanti che Navas lo fulmina con un tiro dal limite. Il discorso qualificazione è tutt'altro che chiuso.