Il personaggio. Non opere di bene ma solo...Fioretti


LO HANNO preso in pieno agosto. Di solito acquistare giocatori in quei giorni è come andare al mercato a mezzogiorno, quando spendi meno ma porti a casa gli avanzi. Alla faccia dell'avanzo: Fabrizio Fioretti è quasi l'ago della bilancia della Pistoiese di Agostinelli. E in casa arancione non finiranno mai di ringraziare il Siena che al termine della scorsa stagione prima gli ha proposto il rinnovo del contratto e poi lo ha scaricato senza troppi complimenti. Fioretti, centrocampista di 32 anni con un curriculum di 180 presenze in serie B, ha dimostrato di essere l'anima della Pistoiese, non c'è azione che non sgorghi dai suoi piedi. Poi attenzione, non concedetegli calci di punizione: a lui non importa se dal limite o da 30 metri, ti castiga e basta. Il primo sigillo su punizione lo ha messo in Coppa Italia proprio contro il Siena, poi si è concesso il bis a Livorno in campionato, quindi domenica ha fatto ancora meglio siglando sia l' 1-1 che il 2-1 al povero Lecco che avrà pensato di trovarsi di fronte Mariolino Corso. Chissà Fioretti come se la gode: davanti al Siena in classifica e addirittura sul secondo gradino dei bomber con tre perle... (al.ber.)