PISTOIA: I 23 CANDELABRI SONO STATI RITROVATI Chiesa svaligiata durante la bufera


PISTOIA - Ancora un furto di oggetti di antiquariato in una chiesa pistoiese. Dopo il tabernacolo cinquecentesco in legno rubato a Cutigliano mercoledì scorso, questa volta è toccato a 23 candelabri in bronzo e in legno del '600 che si trovavano nella millenaria chiesa di Santa Maria Assunta, a Chiazzano, frazione di Pistoia. Gli oggetti, di un certo valore, sono stati rubati durante la bufera di vento e pioggia che si è abbattutta sabato notte sulla provincia ma, fortunatamente, sono stati recuperati nella mattinata di domenica dai carabinieri. Il ladro, un 46enne di San Marcello, dopo la nottata di lavoro, ha deciso infatti di riposarsi un po' prima di tornarsene verso casa (aveva l'obbligo di dimora presso una comunità di Lucca): ha fermato l'auto lungo la statale Lucchese, poco prima di Serravalle, e si è messo a dormire. Una pattuglia dei carabinieri lo ha notato e durante il controllo sono saltati fuori i candelabri rubati. Molto probabilmente si trattava di un furto su commissione dato che è molto difficile piazzare oggetti sacri sul mercato antiquario regolare. Il ladro aveva quasi certamente già un acquirente. Molti di tali pezzi d'antiquariato finiscono all'estero per essere spudoratamente battuti all'asta o per finire nelle mani di collezionisti senza scrupoli.