Inaugurata la nuova sede di Avis e Aido nel Palazzo del Capitano Una casa per i donatori Piaggio regala alle associazioni uno scooter


PISA - «Non è facile far comprendere l'impegno, i risultati e le funzioni dei bisogni sociali che due associazioni come Avis e Aido svolgono per la società civile, l'inaugurazione della sede comune Avis-Aido presso il Palazzo del Capitano in pieno centro storico è l'occasione per ribadire la centralità delle nostre funzioni e di quelle del volontariato». Con queste parole Ugo Baicchi, responsabile del servizio di immunoematologia e trasfusioni ha aperto la cerimonia di inaugurazione della rinnovata sede delle due associazioni in Piazza San Felice. Dopo alcuni mesi di lavoro, si sono conclusi i lavori di messa a norma degli impianti di sicurezza affidati alla direzione dell'ingegner Paolo Ghezzi. La sede Avis-Aido i cui locali sono posti in un edificio di proprietà comunale, attualmente in concessione alla Scuola Normale Superiore, che ospita anche le rispettive sedi provinciali, è stata rinnovata grazie ai contributi dell'amministrazione comunale, della Cassa di Risparmio di Pisa e dell'Unione industriali, rappresentati all'inaugurazione dal sindaco Floriani, dal presidente dell'istituto bancario Renato Buoncristiani e dal dottor Giuseppe Ghezzi, membro della giunta. I risultati positivi della campagna a favore delle donazioni di sangue e di organi nel nostro comune sono stati elencati dal dottor Baicchi che ha sottolineato come «le donazioni di sangue siano passate in cinque anni da 2300 a 4100», mentre i risultati confortanti per quanto riguarda l'Aido sono stati confermati dal presidente provinciale dell'Associazione Carlo Massai che ha rimacato come «finalmente le istituzioni, quali la Regione Toscana, si stiano muovendo in tale direzione tanto da porre la nostra regione ad un tasso di donazioni di organi pari al 12,7 per cento sul milione di abitanti, una cifra che si pone al di sopra della media nazionale». Il sindaco Floriani, che fra l'altro è socio Avis, ha confermato la notizia che la Giunta Comunale ha concesso all'Avis-Aido la sede di Palazzo del Capitano per cinque anni. «Questa sede è stata rinnovata con denaro pubblico come molte altre strutture cittadine che devono conformarsi alle nuove normative di sicurezza. Le ragioni dell'esistenza e delle attività delle due associazioni non hanno niente a che vedere col semplice concetto di carità ma svolgono una funzione sociale esemplare». La cerimonia, alla quale erano presenti Francesco Pira, delegato dall'assessore regionale Marcucci e altre autorità provinciali e delle associazioni, si è conclusa con la presentazione - affidata al dirigente Gesualdo Russo - della Vespa ET2 Piaggio, dono dell'industria di Pontedera all'Avis-Aido di Pisa, una iniziativa di propaganda sociale su due ruote. Il mezzo, decorato con richiami ai messaggi dell'Avis, servirà a portate in giro per le strade di Pisa il messaggio che ci riguarda tutti: diventa anche tu donatore di sangue.

Renzia D'Incà