Pisa, la parola all'esperto Mano nuova? «Si può fare»


PISA - «E' un evento senza dubbio eccezionale, ma non certo dal punto di vista tecnico, bensì da quello medico-legale o bioetico». E' cauto il dottor Paolo Pastacaldi, esperto pisano di microchirurgia, sul primo trapianto di mano avvenuto a Lione e la cui eco è stata la stessa del trapianto di cuore che 30 anni fa eseguì Barnard in Sud Africa. (continua a pagina 12)

Candida Virgone