Pieno sostegno al candidato del Polo Non ho sconfessato Fini e Luvisotti


PISA - Mi preme rispondere alla lettera della signora Vanni - o chi per essa - che mi chiama direttamente in causa, sostenendo che con il mio intervento ho «sconfessato Fini e Luvisotti» per quanto riguarda le decisioni che essi presero quattro anni fa in occasione del voto di Luigi Coscia a favore dell'autoscioglimento del consiglio comunale, voto che contribuì in maniera determinante alla caduta della giunta Cortopassi. Le conclusioni alle quali giunge la signora Vanni sono del tutto errate, e mi stupisco che siano state elaborate da una persona che, conoscendo così precisamente gli eventi di cui riferisce ed utilizzando una terminologia politica corretta, dimostra di non essere una osservatrice esterna bensì una attenta osservatrice delle vicende politiche pisane. Vorrei far notare che la situazione attuale è ben diversa da quella di quattro anni fa. Fini e Luvisotti, insieme alla stragrande maggioranza degli aderenti ad An avevano previsto le conseguenze della scelta di Coscia: il prematuro scioglimento del consiglio comunale infatti, cogliendo impreparato il Polo, ha consegnato la città nelle sciagurate mani dell'attuale compagine di sinistra-centro che per giustificare questo quadriennio di malgoverno non ha saputo far meglio che individuare quale capro espiatorio il malcapitato sindaco Floriani. Il travisamento e la strumentalizzazione delle mie parole rischiano di svilire il contributo che ho inteso dare ad un dibattito che interessa non solo i partiti del Polo, ma tutta quella parte della società civile che considera le scelte della sinistra penalizzanti per la città e si aspetta dal Polo la migliore risposta alle loro richieste. Concludo affermando che al termine di questo dibattito il circolo Riva Destra, con me in prima fila, profonderà come sempre tutte le energie a propria disposizione per sostenere il candidato a Sindaco del Polo delle Libertà, chiunque esso sia. Il Presidente del circolo Riva Destra Pisa Orazio CioffiINTERVENTI